Buffon inorridisce di fronte alle pañolade e invita a fare esami di coscienza. Ma dovrebbe essere lui il primo

admin 8 marzo 2017 19 2.501 views
Buffon inorridisce di fronte alle pañolade e invita a fare esami di coscienza. Ma dovrebbe essere lui il primo

Pensavate che le polemiche dopo Juventus-Inter fossero finite? Che sponda bianconera avessero smesso di dare lezioni? Eccovi serviti: Gigi Buffon, portiere della Juve, intervistato da Premium è tornato neanche troppo velatamente sulle rimostranze manifestate dai nerazzurri in seguito all’arbitraggio di Nicola Rizzoli allo Stadium: “Dico la verità: spesso e volentieri ho trovato che le domande capziose della stampa o gli articoli dei media tendessero a creare malumori e tensioni cercando di andare a stimolare i nervi a fior di pelle dei tifosi, ma in questo caso i media sono stati bravi a stemperare. Noi addetti ai lavori dobbiamo farci un esame di coscienza. Ho visto interviste che mi hanno fatto vivere momenti raccapriccianti. Sono stati creati casi su cose quasi inesistenti. Tollero la polemica su cose veritiere, su cose inesistenti no: in quel caso devi stare zitto e dire che devi migliorare. Se poi vuoi creare un caso su cose inesistenti e far fare la pañolada a Tizio e Caio, allora sei fuori strada completamente. E io non riesco ad apprezzarti né a stimarti”.

Qualche precisazione: la pañolada non non è organizzata dall’Inter, bensì è una libera scelta della tifoseria nerazzurra, e già qui Buffon dimostra di averne capito poco. In secondo luogo, al di là delle sue valutazioni sugli episodi, a suo dire inesistenti, cosa di tanto grave avrebbero fatto i tesserati della società milanese, oltre che manifestare dissenso su alcune decisioni di Rizzoli? Adesso è vietato anche porre l’accento su ciò che non ritieni corretto? Bisogna tacere perché secondo te non c’è nulla? In terzo luogo: da quando i media sono affidabili nelle valutazioni di quello che avviene sul campo? Basti pensare alle moviole del giorno dopo, spesso in contrasto tra loro. Figuriamoci quando c’è di mezzo la Juventus, che secondo gran parte degli organi di informazione non gode di favoritismi e viene difesa a spada tratta al motto ‘abbassiamo i toni’. Buffon non è ingenuo e certe cose le vede anche lui. Infine, sempre in tema di polemiche su cose veritiere: lo sa il portierone che la sua società si attribuisce pubblicamente due scudetti che le sono stati revocati causa illecito sportivo? Questo lo tollera o vuole dire la sua anche sull’argomento? Giusto ricordare che, al di là della stima che si può avere per un mostro sacro del calcio italiano come lui, Buffon è quello della frase ‘meglio due feriti che un morto’ e ‘se me ne fossi accorto non lo avrei detto all’arbitro (riferendosi al famoso gol di Muntari, ndr)’. Quindi, come molti dei suoi dirigenti che ultimamente si sono concessi molte libertà dialettiche, farebbe meglio a farselo davvero un esame di coscienza, non solo a parole.


  • Moky57

    Se metti due maradona uno sopra l’altro fai un buffon.

  • luis, carini villagrazia

    Certo dette queste cose da uno che a fine partita si abbraccia gli arbitri, c’è da pensare oppure facciamo finta di non vedere come dice questo individuo di bassa taglia, loro secondo la loro logica si possono permettere di tutto, mentre gli altri dovrebbero mettere la coda fra le gambe e non parlare affatto di tutto quello che combinano gli arbitri specialmente quando tutto è a favore della rube….. ma v….ulo…..

  • Fabio Inter2010

    Creare un caso su cose inesistenti? Buffon ma che dici…..ti ricordo che allo rubentus stadium all’ inter non sono stati dati 3 rigori, per non parlare del retropassaggio con palla ferma di killerini proprio a te con l’ azione fermata dallo stesso killerini con alzata di braccio dopo che la palla l’ aveva presa Icardi e con “Don Abbondio” Rizzoli subito a fischiare per fermare il gioco dopo l’ ordine di killerini…….Gigi diciamo che in questa intervista hai detto un bel po’ di caz……In quanto ad esami di coscienza lasciamo stare Gigi……cioe’ parla proprio lui??? Sbaglio o e lui che fu indagato in una vicenda di scommesse? Sbaglio o fu indagato pure per una vicenda di un diploma falso della scuola superiore? E poi gioca in una squadra che in quanto a scandali non mi sembra che sia “vergine” visto anche le ultime notizie che riguardano il loro presidente…… Ce ne faremo una ragione se il buon Buffon non ci apprezza e non ci stima, a me personalmente come ovviamente a tutti i tifosi dell’ Inter non ci puo’ fregare una mazza…….. Una domanda vorrei fare a Buffon: “Ma perche’ Gigi ogni volta che si giocano degli scontri diretti (soprattutto allo rubentus stadium) tra juve-inter, juve-roma, juve-napoli (l’ultimo di coppa italia per esempio) juve-lazio, juve-fiorentina, juve anche contro le squadre cosidette “piccole”, la squadra che si lamenta a fine partita dell’ operato dei signori evidenziatori non e mai la giuve??? Perche’ Gigi??? Non ho scritto come partita juve-milan perche’ come sapete amici nerazzurri “loro” sono come il cu… e la camicia, oppure come il gatto e la volpe, d’ altronde il mitico avvocato Peppino Prisco in una delle sue memorabili battute parlando di loro diceva: “Dopo aver stretto la mano a un milanista corro a lavarmela. Dopo averla stretta ad uno juventino mi conto le dita”………. Amala!

  • andrea1952

    quando vedrò i tifosi rubentus fare una panolada nei confronti dell’arbitro, vorrà dire che presto avverrà la fine del mondo. Loro non hanno motivo di protestare, i loro giocatori ed allenatore possono aggredire un arbitro facendogli cambiare decisione ed inducendolo in errore, possono dargli del testa di cazzo o prenderlo a testate, le rare volte che i rubentini hanno l’impressione che l’arbitro li abbia svantaggiati. Quando una squadra si avvicina pericolosamente in classifica alla vecchia, gli arbitri pensano loro allontanarla “con errori” mirati, vedasi Inter, Roma negli scorsi campionati, Del resto pure il buon Buffon(e) non disse che la CL non si può vincerla sotto banco, cosa significa sotto banco, se non con gli arbitri compiacenti. Il sig, Marotta ha anche lui criticato gli arbitri e Marotta è un dirigente rube non un tifoso: “Dopo un Genoa-Juventus (gazzetta.it, 26 marzo 2013)”Per un arbitro come Guida di Torre Annunziata ci sono difficoltà a venire ad arbitrare la Juventus. Non parlo di malafede ma di difficoltà. Al 94′ un arbitro della provincia di Napoli si è trovato in difficoltà. La designazione di Guida è stata infelice. Non metto in dubbio la buona fede, ripeto ma non si designa un arbitro di Torre Annunziata ad arbitrare la Juventus. Oppure: “Dopo un Palermo-Juventus (tuttojuve, dichiarazione ripresa da intervista a Sky, 24 marzo 2015).“C’è amarezza, riconosciamo i meriti del Palermo però sono qua dopo una serie di episodi dubbi che avviene da alcune settimane. Non vorrei che questo fosse il frutto di alcune nostre richieste su calciopoli e non vorrei che quella che era sudditanza diventi arroganza nei nostri confronti, è una critica e un richiamo alla classe arbitrale perché sono episodi assolutamente impossibili da non valutare, è successo a Napoli con lo stesso arbitro, non voglio aggiungere altro (se la stessa frase intimidatoria e mafiosa l’avesse fatta un altro dirigente l’avrebbero come minimo squalificato). Non vorrei che questo trattamento freddo di valutazione non oggettiva ma di prevenzione sia reale, sono episodi clamorosi. I moviolisti sono ex arbitri e il gol di Napoli era buono, Stefano Braschi ci disse che un arbitro non lo manda due volte ravvicinate a dirigere la stessa squadra, Morganti è la terza volta che ce lo ritroviamo, siamo sfortunati (altro richiamo a Braschi, strano non abbia adoperato dei pizzini)”. Oppure: “Il dirigente si è esibito anche a livello internazionale. Dopo Bayern-Juventus di Champions League 2016.
    “Il gol annullato a Morata? Spero tutelino il calcio italiano (calcio italiano come se la rube fosse l’Italia). E ancora, dopo Juventus-Roma del campionato 2014-2015.“Ogni volta la Juve è additata di situazioni poco chiare, ma nell’arco di un campionato gli episodi si compensano” Frasi già sentite al tempo di calciopoli. Queste non sono panolate da parte dei tifosi ma veri e propri rimproveri a quegli arbitri che, hanno “deviato” dai lor diktat, richiami simil mafiosi che se li avesse fatti Moratti, la FIGC avrebbe aperto un’inchiesta

    • Matrixpoker1

      Questa mia risposta è per Marotta che dice “non si designa un arbitro di Torre Annunziata ad arbitrare la Juventus”.
      Invece quando mandavano Rosetti (che è di Torino),Pairetto padre e Pairetto figlio (che sono di Torino) ad arbitrare l’ Inter massacrandoci ogni volta con arbitraggi SCANDALOSI invece andava tutto bene.
      Mamma mia che schifo !

  • Molti più di 18 sul campo …

    Buffon avra’ sicuramente scommesso per dire cose cosi insensate

  • andrea1952

    da buon fascista Buffon non accetta che i tifosi avversari possano protestare contro le ladrate della sua squadra, credere obbedire combattere. Credere, che la rube non sia favorita dagli arbitri. Obbedire alle direttive della società rube, senza il minimo spirito critico. Combattere pure l’evidenza, le condanne della magistratura ed ai fatti documentati da immagini, come il passaggio errato di killerini proprio verso di lui intercettato da Icardi, lui ha visto benissimo che il compagno ha sbagliato, ma tace. Proprio nella partita epica Barca -PSG ho contato perlomeno 3 battute di calci di punizione con la palla fermata come fermata da killerini e l’arbitro non ha nemmeno pensato d’interrompere il gioco. Dice Buffon di aver letto interviste raccapriccianti sull’Inter, Certi raccapriccianti per chi sa che le affermazioni contenute in quelle interviste sono vere e che i torti subiti da i nerazzurri sono stati tutti a favore della sua squadra, Buffon è sincero e sportivo solo quando si sbaglia nelle dichiarazioni (lapsus freudiano) “la CL è una cosa seria non si vince sotto banco, in Italia vinciamo perché le avversarie si scansano. La sua ignoranza è tanto grande da aver omesso che l’ultima squadra italiana ad aver vinto la CL è stata l’Inter non il BBilan, ignoranza o provocazione?

  • Achille Formenti

    C’è una cosa che mi ha sempre dato fastidio, la falsità. Questo signore rientra nella categoria, baci e abbracci con chiunque, arbitri, avversari, sorrisi davanti alla ribalta e ora si erge a giudice bacchettando a destra e sinistra per non si sa quale motivo.
    La falsità sul buonismo del personaggio traspare poi agli atti ed è di fatto evidente:
    Bestemmie sistematiche dopo ogni gol preso, scommesse tramite l’amico tabaccaio per cifre rilevanti, scommesse comprovate, non dicerie da bar, abbandono della famiglia per andare con un’altra donna, lasciando moglie e minori, dichiarazioni sul gol di Muntari. Buffon, scendi dal fico, la predica arriva dal pulpito sbagliato, lezioni da te non ne prendiamo.

  • Angelo Onofri

    Certe volte invece di fare certe interviste bisognerebbe fare un passo indietro e andare a casa a riflettere sulle mi….te dette,….Ipocrisia allo stato puro!!….Penso che se non ci stima c’è ne faremo una ragione!!.. Amala!

  • Roby2001

    Questo è l’inizio di quello che ha scritto gazza.it, dopo le dichiarazioni del noto scommettitore, della cui stima non ci fotte niente:

    “Se deve dire delle banalità, preferisce stare zitto. Ma quando apre bocca, esprime sempre concetti interessanti”

    Questa è l’ennesima dimostrazione di quanto siano abili con la lingua questi pseudo giornalisti, che io preferisco chiamare scribacchini di regime.

  • andrea1952

    perdonatemi se per l’ennesima volta esco dal seminato, ma la notizia mi pare interessante. “Nessuno si senta escluso”, potrebbe essere il suo sottotitolo. La lista dei 200 committenti che hanno acquistato più voucher nel 2016, inviata dall’Inps alla Cgil dopo settimane di polemiche coinvolge imprese di ogni tipo: dalla Scala di Milano a McDonald’s, dal leader delle agenzie interinali Manpower ALLA JUVENTUS dalla Fondazione Marzotto a FlixBus, dalla Caritas. per carità niente d’illegale ma essere nei 200 aziende od enti che hanno adoperato più voucher nel 2016 in Italia mi sembra non sia un fiore all’occhiello per una squadra di calcio anche se come padri e padrone ha la Fiat. “La Juventus, il nono più grande utilizzatore di ticket (1,5 milioni di euro per 1.308 voucheristi) li usa anche per l’assistenza alla clientela, la gestione della cassa e l’allestimento dello store di Torino (è richiesta esperienza e conoscenza dell’inglese). Quindi, terreno dello stadio regalato dal comune di Torino, terreni della zona denominata Continassa, pure queste regalate dopo bonifica e valorizzazione a spese del Comune. Ora mano d’opera quasi gratis (ed ho pure il sospetto personale che questi coprano i pagamenti in nero). Poi si vantano anche dei loro bilanci e dei guadagni della rube. Fonte, Fatto Quotidiano postatemi da Giuliano Campolini CGIL Pistoia

  • Moky57

    Il cervello deve avercelo, più che altro mi riferivo alle stronzate.

    • disqus_HED

      Uno che vede solo bianco o nero non deve essere un gran cervellone ,credimi ,è solo che madre natura gli ha donato certe doti (come portiere) non comuni ..Come uomo deve solo stare zitto, non è abilitato in nessun modo a criticare gli avversari (qualsiasi avversario )da una posizione cosi equivoca e malfidata come quella della juventus.(scrivendo juventus word mi da errore ,forse si deve scrivere veramente rubentus)

      Prima o poi tutte le porcherie perpetrate ai danni della serie A da questi truffatori verranno a galla, allora si che ne vedremmo delle belle, con sputtanamento di tutti i sorci che ne fanno parte

      DALLA CINA CON FURORE

      INTERFOREVER

      AMALA

  • disqus_HED

    hahaha…. si vede che sei toscano (partecipo poco ma ti leggo sempre volentieri)
    un saluto a tutti gli INTERISTI
    AMALA
    I

  • andrea1952

    anche stasera la sua ladratona la rubentus l’ha fatta, rigore inventato a tempo di recupero scaduto. Lo stronzetto di Dybala non potendo smentire la ladrata ha elencato gli ipotetici rigori non dati ai ladroni d’Italia. Cosa dice ora il buffone (scritto senza parentesi della e finale) la partita con l’Inter rubata, Coppa Italia rubata contro il Napoli, ora colpito pure l’amico BBilan. Vietato protestare, non disturbare i ladri in azione. Il rubentus stadium è il covo dei ladroni andrebbero messi in galera persino gli spettatori. A 7Gold alla domanda se a parti invertite l’arbitro avrebbe dato il rigore, la risposta del componente della triade Bettega, è stata “siamo i più forti e basta” la classica risposta di un rubentino solo abituato a rubare incapace persino d’accorgersi che la sua squadra è composta da ladruncoli di polli che in Italia, ma solo in Italia, divengono Arsenio Lupin, La risposta più in voga è: “meritavamo di vincere” come se al calcio si potesse vincere ai punti. Intendiamoci da interista mi sta bene così, ma da amante del calcio questo mi fa vomitare

  • andrea1952

    Guardando la classifica vediamo del perché sono intervenuti gli arbitri a sirene spiegate, per prevenire un possibile avvicinamento della Rima e Napoli, dando per scontato il passaggio del turno ai ladroni d’Italia in CL dando più tranquillità alla Banda Bassotti per il proseguimento del torneo. Un’altra cosa che non ho capito è l’espulsione del milanista, non mi sembrava un fallo da rosso soprattutto dato al novantesimo. E’ mai possibile che quando la rube incontra squadre che non si “scansano” debbano sempre entrare a suo favore gli ominidi vestiti da evidenziatori buffoni Doveri, arbitro di porta, ha fatto il suo dovere, la juventinata, che fa rima con ladrata, sono sempre i soliti nomi, pari pari quello che succedeva in calciopoli, se grattassero appena appena la vernice superficiale verrebbe fuori calciopoli bis, ma siccome stavolta ci sarebbe la radiazione degli zebrati, allora tutti zitti tutti a far finta di non vedere e quelli della ladrata ed associati, associati peri famiglia reale, fanno man bassa in ogni partita in cui gli avversari non fanno finta di giocare

  • andrea1952

    per chi sostiene che la trasmissione Top calcio 24 non è anche lei leccaculista rubentina si guardi la trasmissione relativa alla partita rube BBilan e di come si sono schierati a favore della rube sull’episodio del calcio di rigore rubentino, giustificando l’arbitro ed assolvendo la rube, Nonostante che la palla calciata dal giocatore bianconero fesse ad un metro dal giocatore rossonero e che sia la palla calciata molto forte, ad andare sul braccio del giocatore e non viceversa. Che erano già trascorsi i 4 minuti di recupero concessi, anche se è vero che in essi vi era stata l’espulsione del milanista, tra l’altro ingiustificata. I rubentini reclamano un rigore su Dybala, a me sembra che l’argentino sia andato a cercare il fallo, ma il rigore se dato non era una bestemmia. Il goal del BBilan era in fuorigioco di uno scarpino? Certo, quando il fuorigioco è a del giocatore che gioca contro la rube, conta anche il capello del ciuffo del giocatore, mentre quando è in fuorigioco un bianconero se non è almeno di 2 metri non conta

  • andrea1952

    e l’Atalanta doveva giocare in 10 dal settimo del primo tempo. 7-1 senza aiutini o aiutoni come ieri sera alla rube. Ho appena postato che Icardi era un po’ appannato, subito smentito. La prossima volta scrivo che è un brocco così ne fa 4. Alla rube hanno danneggiato gli spogliatoi quelli del BBilan, per forza è uno stadio sotto inchiesta per “debolezze strutturali” bastano 4 calci che crolla. Poi cosa pretendono, a caval donato non si guarda in bocca, Fassino rubentino gli ha regalato il terreno per lo stadio, la zona Continassa, dopa averla valorizzata a spese del Comune. Poi ha perso le elezioni, ma la rube, previdente, lo ha subito rimpiazzato con la sua ex dipendente Appendino. Ritornando alla partita, proprio pazza Inter, in pochi avrebbero scommesso su una vittoria dell’Inter, nessuno per 7-1, ma meglio abundare quam deficere

  • Gian61

    E dopo Buffon che esterna i suoi ridicoli pensieri, Dybala che attacca i milanisti, ieri si è aggiunta anche la serie di castronerie di Allegri : poveri juventini, non sanno più come legittimare il loro primo posto e la lunga serie di vittorie casalinghe ; dettare quelle sentenze quando si è indubbiamente favoriti e le competizioni interne ti vedono primeggiare grazie agli indiscutibili aiuti arbitrali è da meschini, da mentecatti, non riescono ad ammettere i favoritismi perchè non vogliono vedere sminuite le loro vittorie ma non siamo ciechi e fessi come i loro tifosi, peccato che tre indizi Inter, Napoli e Milan fanno ormai una prova. In ultimo il buontempone che ha scritto “Ladri di M….” sugli scudetti revocati si è dimenticato di aggiungere “dal 1897”.