Costacurta ‘russa’ mentre parla De Boer. Ma è solo un raffreddore, giusto?

admin 26 settembre 2016 15 2.849 views
Costacurta ‘russa’ mentre parla De Boer. Ma è solo un raffreddore, giusto?

Che fastidio il raffreddore, soprattutto quando sei un volto pubblico che va in diretta tv su Sky. A volte le conseguenze del malanno ti fanno incappare in situazioni imbarazzanti quando faresti di tutto per evitarlo. E’ il caso del sempre puntuale e sagace Alessandro Costacurta, che dagli studi di Rogoredo ha avuto la sfortuna di produrre un suono molto simile al ‘russare’ proprio mentre Frank de Boer stava rispondendo alle domande dell’emittente satellitare. Un episodio sfortunatissimo, che il collega Paolo Condò ha voluto chiarire via Twitter, sottolineando la cagionevolezza dell’ex difensore del Milan. Ottima difesa per un ex ottimo difensore, proprio nel momento in cui il malpensante web stava ipotizzando una presa in giro nei confronti dell’allenatore dell’Inter, non ancora perfetto nella sua esposizione in lingua italiana dei propri concetti. Ergo, caso chiuso: Costacurta ha solo un banale e indisponente raffreddore, il suo non era un infantile tentativo di sottolineare la conoscenza dell’italiano di De Boer. E meno male che, rispetto al caso Di Canio, Sky non ha voluto sospendere chi ha urtato la sensibilità di altre persone. Anche perché in questo caso a offendersi dovrebbe essere il sempre rispettoso e serio FdB. Quindi, tutto ok.


  • andrea1952

    Avrà dormito poco la notte, sapete le ex mis Italia, nella fattispecie la Colombari, anche se ex, sono sempre impegnative, e gli anni passano per tutti, da difensore sarà sulle difensive!

  • andrea1952

    Propongo, anche se fuori tema, agli amici di tifo, una riflessione. Ma i media ci informano sul flop, perlomeno per il momento, in aria di licenziamento di Conte al Chelsea? A me viene da pensare una cosa, fuochi d’artificio alla rube, con scudetti vinti alla maniera rubentina, un europeo scialbo, nonostante le pompe mediatiche, ed ora un flop in England. Ma non è che per caso in Italia abbiano contato molto gli spintoni, dati dagli arbitri alla rube di Conte? Non credo che in England tollerino aggressioni degli arbitri fatte, in campo dell’allenatore, assieme ai panchinari. O possano arrivare regalini arbitrali a pioggia come avveniva ed avviene con la rube. Poi Conte vincerà il campionato Inglese, ma per il momento, nonostante non gli abbiano lesinato campioni comprati a suon di milioni, la sua panchina è a rischio ed una parte della tifoseria dei boscimani bianconeri sta già “spintonando ” Allegri nel caso di………

    • Gian61

      Conte ha già preparato per Abramovich la lista della spesa degli acquisti di Gennaio per rinforzare il Chelsea, ma difficilmente da Torino acconsentiranno a far partire………………………….. Rizzoli, Mazzoleni, Rocchi e Tagliavento altrimenti il loro dominio in Italia cesserebbe immediatamente.

    • Anselmo

      devi sempre considerare che ognuno di noi quando “emigra” per lavoro incontra sempre delle difficoltà.. soprattutto se le aspettative sono elevatissime. Anche FdB le ha avute all’inizio e che la lingua parte già da una buona base avendo giocato qualche anno con i catalani….
      Agghiaggiande invece parte da zero, logico trovare delle difficoltà, le stesse che ha Guidolin, Mazzarri, e altri tra cui Mou.. chi lo avrebbe detto che perfino Mou ha delle difficoltà….

      • andrea1952

        certo le difficoltà ambientali esistono, ma le difficoltà, ma sul campo, le ha avute anche con la Nazionale. Poi tieni presente che a Conte hanno fatto una campagna acquisti faraonica e che quando arrivò alla rube cominciò subito a vincere. Solo a mio avviso, che in Italia allenava la rube, la rube con presidenza ovina. mentre in England allena una grande squadra, senza spintarelle. Mi rammenti giustamente Mou, ma hai visto che si sta avverando quello che avevo pronosticato sul Pogba (facile pronostico) voluto e strapagato da Mou/Manchester? Uscito dalla rube è diventato un buon giocatore, molto ridimensionato, e senza la “pubblicità regresso” avuta in Italia. Inutile chi incontra il pizzaiolo lo prende in quel posto, è un giocatore delle “tre carte” con “compari” i media italiani, poi quando arriva il pollo se lo inchiappetta e divide il malloppo con i compari, Juve e media

        • Anselmo

          Non dirmi che a conte hanno fatto una campagna “straordineria” perché gli han comprato poca cosa. Lungi da me difendere “Agghiaggiande” ma con i giocatori che si ritrova farà fatica ad arrivare nei primi 6….
          Su Pogbà non mi esprimo, ma anche a lui devi dare il tempo di ambientarsi, guarda che può sembrar na cazzata ma solo capire da che parte guardare mentre attraversi la strada in Inghilterra è già di per se uno stress…
          Vediamo fra 3-4 mesi come son messi; io su JM inizio a dubitare che abbia ancora voglia di allenare… lo vedo smonato…

      • Vox

        Ciao. Finalmente a casa! Anche tu eri scomparso dai radar…
        Guarda, l’inglese di conte è più che accettabile, quello di Mazzarri imbarazzante…

        Comunque il problema è che gli ambienti van conosciuti e buon per Conte che si confronti con altri validi competitors in un campionato come quello inglese, poco incline alla “sudditanza psicologica” che spesso ti fa credere di essere arrivato laddove ancora non sei.

        Per Mou il discorso è diverso. Non ho capito bene la scelta di Ibrahimovic e Pogba. Quest’ultimo non mi ha mai convinto e con quei soldi ne poteva comprare 2 coi controcosi. JM docet…

        • andrea1952

          con tutto rispetto ed ammirazione per Mou per quello che riguarda l’ingaggio dei giocatori per le sue squadre non è che abbia mai brillato, ricordi la venuta all’Inter di Quaresma stravoluto e strapagato e fu un flop. Come ho già scritto ad Anselmo, Pogba è un buon giocatore con un gran battage pubblicitario alle spalle in Italia che amplifica ogni sua giocata normale in un tocco da fuoriclasse. Una volta che ha perso questo “manto” che gli è stato cucito addosso, il re è rimasto nudo. Spero per lui che abbia un’altra testa rispetto a Balotelli, altro prodotto del pizzaiolo, altrimenti potrebbe fare la stessa fine. Invece richiamerei la tua attenzione, su quello che è diventato il ns. (purtroppo ex) Coutinho, in GB che ha fatto il contrario di Pogba, sottovalutato da noi (anche dai tifosi nerazzurri) dai media forse perché indossava una maglia poco “leccabile”, ed esploso in GB

          • Vox

            Uno svarione ogni tanto ci può anche stare.
            Non sempre i calciatori si adattano bene ai nuovi ambienti, soprattutto quando sentono il peso di grandi aspettative a fronte di fior di milioni sborsati per averli.
            Quaresma ha poi dimostrato di non essere un top ma un buon giocatore si.
            Da quando ha smesso con la trivella…

        • Anselmo

          Ibra e Pogbà li ha portati li Il buon Raiola; secondo me JM non li voleva nemmeno in foto, soprattutto Ibra.
          Anche se co scritto sotto credo che JM non abbia più voglia di allenare, secondo me il non aver vinto al Real lo ha un po’ diciamo “disturbato”

          • Vox

            Dici che non volesse Pogba? mah…guarda che son tanti soldi!

      • andrea1952

        Anselmo, scusa se inserisco un commento al difuori dell’articolo, ma ricordi quando postai che in EL era meglio non qualificarsi per evitare trasfete da grande marcia, giocare giovedì e soprattutto evitar figuracce a livello europeo. Tu mi criticasti, dicendo che l’Inter doveva parteciparvi come vetrina internazionale e per eventualmente vincendola essere in CL: Ecco ora alla luce delle prestazioni dei nostri campioni chi aveva ragione? Non per gonfiarmi il petto, ma prevedevo che i ns. eroi non volessero impegnarsi e durar fatica in un torneo ritenuto a torto o a ragione solo una palla al piede, poi se ci aggiungi le limitazioni FIFA hai la fotografia della situazione. Risultato figuracce in campo europeo, cattiva pubblicità internazionale, affaticamento dei giocatori per il campionato, benzina per i detrattori mediatici italioti, come previsto.

  • ORP1964

    DAL SEMI-IMPUNITO “FROCIO” A MANCINI ALLO SBEFFEGGIO GIUSTIFICATO DEL “SOPORIFERO” DE BOER: IL “RESPECT”, EVIDENTEMENTE, DEVE VALERE SOLO IN AMBITO UEFA

    Ci eravamo lasciati lo scorso gennaio con un Mancini – apostrofato come ”frocio” dal collega Sarri alla fine di un quarto di finale dell’ultima Coppa Italia – che, essendo manifestamente eterosessuale, non avrebbe dovuto adontarsi in quella maniera per la “sedicente” offesa sessista ricevuta….. E che cazzo: mica è frocio per davvero il Mancio e, pertanto, quell’insulto non poteva essere considerato omofobo ma “solo” come un’ingiuria generica. In definitiva, per Sarri tutto bene: praticamente nessuna reprimenda da parte della cosiddetta federazione italiota “giuoco” pallonaro. Con sole 2 giornatine da scontare nella prossima edizione della coppa nazionale è come se Sarri se ne fosse uscito da tutta quella faccenda lindo ed immacolato come un giglio di campo. “Teatro dell’assurdo” argomentarono giustamente all’epoca gli Admin. E la deriva continua…..
    Infatti domenica scorsa è successo a Sky quello che l’editoriale collegato all’oggetto ha raccontato con dovizia di sottolineature ironiche: protagonista tal Costacurta che in studio, durante un’intervista a FdB, si è permesso di simulare un’ostruzione faringea (volgarmente detta “russamento”) per svillaneggiare l’italiano ancora perfettibile dell’allenatore nerazzurro. A cui poi ha fatto prontamente seguito la “giustificazione” – edulcorata in costipazione – fornita via twitter dall’apposito Paolo Condò (ex Gazzetta dello Sport: e ho detto tutto!), da poco suo neo compagno di merende a Sky. Naturalmente l’ex difensore bbilanista – dall’alto delle vette himalayane raggiunte nella sua carriera da tecnico facilmente configurabile in un prefisso telefonico (appena 13 partite al Mantova nel 2008-09 con i suoi ben 99 giorni di attività in panchina, anzi esattamente 0,29 anni, secondo l’informatissimo e precisissimo sito specializzato Transfermarkt…..), ha dimostrato di avere dimestichezza con l’uso esclusivamente “muscolare” della propria lingua, a differenza di quello anche “letterario” del collega poliglotta olandese. E se a siffatto Billy quel muscolo è utile, negli studi televisivi, per inscenare una farsesca pennichella e, nella vita di tutti i giorni, per comporre parole nella sola favella peninsulare (almeno che si sappia e per eventuali altri usi “impropri” o sconosciuti occorrerebbe interpellare la di lui moglie, Martina Colombari….), il nostro De Boer ne fa, invece, invidiabile strumento per destreggiarsi pure in spagnolo, tedesco ed inglese, oltre che ovviamente nella sua lingua madre: trovate un po’ voi le differenze!
    E di fronte a cotanto sforzo scimmiottesco di perculare senza pudore il tecnico nerazzurro in diretta TV – naturalmente smentito dall’emittente – non resta altro che prendere atto di quanto lo slogan “Respect” debba valere – con tutta evidenza – solo nei campi di gioco delle partite di CL ed EL (sotto l’egida dell’UEFA) e non per certi salotti televisivi nostrani. Prendere, pertanto, le distanze da quel canale satellitare, nel quale certi suoni para-gutturali emessi da un suo abituale frequentatore ne delineano l’impareggiabile cifra stilistica, dovrebbe costituire esercizio minimo di autodifesa. A tal punto che al confronto il frastuono animalesco proveniente da certi carrozzoni dei circhi di provincia darebbe, forse, meno fastidio.
    Ora chissà se almeno in questa occasione il “nostro” Robert Faulkner (il cosiddetto responsabile della comunicazione della società nerazzurra) troverà sufficienti argomenti per giustificare il suo lauto stipendio dirigenziale, battendo
    finalmente un colpo ed intervenendo per tutelare l’immagine e la dignità
    professionale dei tesserati nerazzurri, così vergognosamente vilipesi. A maggior
    ragione dopo che Sky ha usato 2 pesi e 2 misure nella gestione disciplinare dei
    2 casi recenti di Di Canio e Costacurta: a discapito solo del primo, naturalmente!

    P.S.: stanotte ho pure sognato Zhang Jindong mentre faceva un cazziatone nella sua lingua mandarina al malcapitato Faulkner, del quale vi lascio solo immaginare la faccia……
    “FOZZA INDA!”

  • Fabio Inter2010

    Lo zio Frankie e arrivato appena da un mese e gia’ parla almeno l’ italiano , ovviamente studiando lo imparera’ molto di piu’ (gia’ parla 4 lingue) quindi per lui non sara’ un problema…. il buon Costacurta forse russa perche’ vedendo giocare il bbilan viene veramente da addormentarsi….

  • andrea1952

    leggo da Internews che Rajola spara a zero su ET, dicendo che quello che ha fatto lui a l’Inter lo poteva fare un italiano. Già, e perché nessun italiano lo ha fatto? Forse Et è il classico sassolino che può inceppare la sua macchina fabbrica soldi. Poi su Pogba glissa sul suo flop al Manchester poi si incarta affermando che Pogba sarebbe potuto andare via già l’anno scorso, ma c’era un accordo fra lui e rube che prima di questo i bianconeri avrebbero dovuto vincere il campionato e >CL. Il campionato lo hanno vinto ma la CL? Poi la spara grossa su Balotelli cje vincerà il pallone d’oro, gli deve aver fatto male la povere di farina degli impasti per le pizze