Game over per Moggi: radiato. Ma sarà sempre ospite in tv e sui giornali. E in Italia non è cambiato nulla

admin 16 marzo 2017 8 2.565 views
Game over per Moggi: radiato. Ma sarà sempre ospite in tv e sui giornali. E in Italia non è cambiato nulla

“Undici anni dopo Calciopoli, la giustizia mette l’ultimo sigillo sulla carriera sportiva di Luciano Moggi e rende definitiva la «preclusione a vita alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Federazione calcio»: di fatto, la radiazione“. Il Corriere della Sera, stamane, riferisce dell’ennesimo ko legale – stavolta definitivo – per il grande imputato del più grave scandalo calcistico che ha mai investito il calcio italiano. “L’ex dirigente della Juventus aveva percorso l’ultimo sentiero di speranza provando a sconfinare fuori dalla giustizia sportiva. Ma la quinta sezione del Consiglio di Stato, con una sentenza pubblicata ieri, ha stabilito che la decisione della Corte federale della Figc (11 maggio 2012) resta insindacabile. Dunque, definitiva: l’ultimo ricorso di Moggi è stato appunto dichiarato «inammissibile per difetto di giurisdizione del giudice statale»“.

Radiazione, dunque. Significa la fine dei giochi e delle residue velleità dei revisionisti che ancora seguivano e rispettavano quasi in modo commovente colui che ha infangato, con il suo sistema, in maniera indelebile il calcio italiano. Ed è curioso che questa sentenza, la 30esima contro la Juventus e affini (terza stella anche in tribunale, alla faccia dei grotteschi tentativi di pretendere una loro personale giustizia), arrivi in un periodo in cui i venti del dubbio sulla pulizia del nostro calcio si sono risollevati. In certi casi, sembra davvero di essere tornati indietro nel tempo, in cui una squadra (la solita) gode di un trattamento privilegiato in campo, nel palazzo e sui mezzi di informazione, sbandierando il proprio predominio e attirando solo profonda antipatia da chi tifa altre squadre o semplicemente ama il gioco del calcio. Moggi è stato radiato ma continuerà a scrivere articoli e andare nei salotti televisivi, e già solo questo puzza di marcio. Perché solo in Italia un personaggio del genere può ancora dire ciò che pensa attaccando chi vuole e professando la propria innocenza e il proprio vittimismo. Se questa è la tendenza, che senso ha sperare che le cose siano cambiate a un livello più alto? Illusione, nulla più.


  • andrea1952

    Non solo frequenta i salotti televisivi 7Gold, ma è pure accompagnato da un altro della triade Bettega. Poi è opinione comune che Moggi funga da consulente ancora alla rube, avendolo visto più volte assieme al monociglio. Poi il terzo componente della triade Giraudo che è andato a cena “segretamente” con il presidente della FIGC a fare cosa, una partita a briscola? Poi i fatti che in Italia non è cambiato niente dopo calciopoli, salvo il periodo di “transizione” sufficiente per riorganizzarsi e per far calmare le acque, sono sotto gli occhi di tutti ogni partita giocata dalla rube. Dirò di più quest’anno il loro malaffare si sta allargando all’Europa vedasi il trattamento riservato alla rube nelle ultime partite di CL dagli arbitri

    • ORP1964

      Ci si chiede come – ad un inarrivabile campione di dietrologia come te, caro Andrea – possano essere sfuggite le odierne “rassicurazioni” su Calciopoli fornite da quel compare siculo dei soliti noti (senza offesa per tutti gli altri amici siciliani, per carità!), tal Anastasi, che ha immancabilmente sproloquiato con “perle” di classico stampo moggiano tipo “Calciopoli acqua passata”, “Abbassiamo i toni”, “Tifosi, state tranquilli!”, “Ha detto bene Allegri”. Solo un errore nell’enunciato odierno di Anastasi: il soggetto di quell’ultima dichiarazione ripresa dal sito Fcinternews. Non è certo il calcio in generale che “sta dando un pessimo esempio” ma i malfattori di sempre. I quali si sono solo curati di aggiornare i propri organici: a tutti i livelli.
      Poi magari, Andrea, hai inviato il tuo post appena prima della pubblicazione del “credo anastasiano”…..

    • Fabio Inter2010

      Ciao Andrea, a proposito di champions league alla vecchia baldracca dopo il sorteggio di oggi è toccato il Barcellona……..Si accettano gia’ scommesse su quanti minuti tra andata e ritorno giocheranno i vari Killerini, Bonucci ecc. ecc. contro Messi, Suarez e Neymar, visto che il Barcellona oltre ad essere una delle squadre piu’ forti e pure forte a livello “politico” a proposito di arbitri in Europa e pensando lo “stile” di gioco che hanno Killerini, Bonucci ecc. ecc

      per i rubentini la vedo dura soprattutto se pensiamo che ad aiutarli non ci saranno i vari Rizzoli, Valeri, Doveri, Massa, Mazzoleni ecc. ecc……

  • Roby2001

    Di cosa ci stupiamo? Il sistema calcio non è che parte del sistema di questo paese: corrotto!

  • Fabio Inter2010

    Infatti non è cambiato nulla, e peggio di prima……Big Luciano lavora dietro le quinte ovviamente sempre con i gobbi e da pure consigli alle squadre “amiche” dei gobbi, lo sanno tutti e il segreto di pulcinella……. lo sanno pure i prostituti intellettuali della stampa sportiva e delle tv e come disse alcuni anni fa il grande Mou in una famosa conferenza stampa rivolto a loro : “Voi con il vostro silenzio avete costruito calciopoli!”……Ovviamente ruttosporc di questa notizia non si occupa, magari aspettiamo un intervista di marmotta (pardon Marotta) dove dira’ che è imbarazzato oppure che contro la giuve sono stati usati due pesi e due misure a proposito di calciopoli……Oppure vuoi vedere che dopo 30 sentenze di condanna magari i gobbacci fanno una richiesta all’ uefa e vogliono una champions league in regalo??? D’ altronde come hanno vinto (?) le prime e uniche due, loro non hanno nessuna vergogna, pensa se hanno vergogna dopo 30 sentenze di condanna di tribunali italiani!

  • andrea1952

    a 90° minuto riguardo al deferimento del monociglio, lolly pop sconcerti ha già messo in funzione la lingua slinguante culi a strisce bianche e nere ducendo che un deferimento è poca cosa. Nel 2016 sino stati deferiti Secco e Blanc, guarda caso dirigenti rube, per falso in bilancio per fatti avvenuti in passato, poi perché un dirigente non può incontrare i capi ultras della sua squadra? Il coglione rincoglionito dimentica che i capi degli ultras erano anche a tempo perso capi di famiglie ‘ndranghetiste, ma questo per il coglione è un particolare insignificante, il bello che gli altri presenti, bocca di rosa rifatta e l’altro zitti senza batter ciglio assorti ad ascoltar le cazzate del rinc che ha anche fatto intendere che simili contatti li hanno tutte le squadre, il classico rifugio in calcio d’angolo quando la rube è presa con le mani nel sacco

  • andrea1952

    “Ma da un punto di vista del calcio è tornata a essere quel che era prima del 2010 e prima del 2006, perchè quanto sta succedendo chiude gli effetti di Calciopoli.” queste le dichiarazioni del rinc Sconcerti riguardo l’Inter, Il rincoglionito non si accorge che non è l’Inter ad essere ritornata quella del 2006 e 2010, ma che è il campionato italiano ad essere ritornato quello di calciopoli, che non è affatto finita, ma che è iniziata con nuovi vertici della cupola bianconera e che gli effetti della nuova calciopoli sono sotto gli occhi di tutti anche i suoi ammesso che le sue cataratte bianco nere gli permettano di vederlo. Certo lui considera regolare come se non fosse accaduto niente con la rube contro Inter, Napoli e BBiln e questo la dice lunga sul suo intendersi di calcio è in Rai con la sola funzione di lecca culo ed in questo ci rece benissimo anche senza dentiera

  • Roby2001

    Travaglio è l’unico, ad oggi, ad avere l’onore di poter essere chiamato tifoso juventino (anche se pare che abbia perso la passione, grazie al pluricondannato)