Il benedetto valzer dell’Inter

admin 11 settembre 2017 5 1.531 views
Il benedetto valzer dell’Inter

E’ stata un’Inter talmente sporca e bruttina da essere diventata, alla fine, attraente e misteriosa.

Quelli che vogliono le goleade ad ogni partita li lasciamo in fila al centro commerciale, in attesa della prossima edizione di PES.

Quelli che, invece, annusano certe dinamiche del pallone sub-borghese nel quale noialtri sguazziamo, probabilmente avranno nitidamente intravisto la classica partita lurida dalla quale esci con i tre punti solo se sei stato altrettanto lurido e fortunato.

E a noi – pare – sia girata esattamente così.

L’Inter ne dovrà giocare tante di partite rognose come quella di ieri. Perché non è una squadra perfetta, perché Spalletti vuole così, perché chi si difende in undici la mette sempre e solo sul piano fisico e della minaccia sportiva; alla quale, beninteso, si risponde sullo stesso campo, con il tackle, con gente che ti sbuca da ogni dove, con la strattonata, con la fortuna e con i falli.

Paradossalmente, se avessimo segnato subito il secondo od il terzo gol, la partita non sarebbe stata utile nella testa e nelle gambe dei nostri come lo sarà questa. E’ stata una specie di esercizio della crescita che, se vivi nella campana di vetro, non supererai mai, ma che – giocando certe partite – prima o dopo paga.

Perché – vedete – il momento nero arriverà. Sicuro. Da quello , purtroppo, ci dovremo difendere non solo in campo, ma soprattutto fuori. E sarà proprio in quel momento che le partite fetide già giocate potranno darci una mano. Sono un mix di esperienza, fato e trucchi che ti aiuta se sai prendertele per quello che sono state.

Auspichiamo che i nostri l’abbiano fatta propria così com’è stata e che ne facciano buon uso in avvenire, quando taluni sputeranno veleno e talaltri rispunteranno dall’oltretomba.

No che non è stato un passo indietro. O, meglio, lo è stato, ma ci ha preparato forse a fare un grosso passo avanti. Che dio benedica questo Valzer.

#Amala

Giancarlo De Cata


  • andrea1952

    il pericolo è sempre il solito. Le piccole squadre che si chiudono e che all’inizio campionato corrono a mille e mettono in difficoltà chiunque. Bisognerà anche vedere la volta in cui l’Inter subisce una rete con una piccola, il modo con cui reagirà. Dovranno poi rimediare ad alcune smagliature nel tessuto nerazzurro, soprattutto in difesa, dove anche ieri la Spal ha avuto modo di essere pericolosa, e come spesso, troppo spesso, succede ogni volta che l’avversario passa la metà campo il tifoso resta con il fiato sospeso. Una mancanza di fraseggio, soprattutto a centro campo. Comunque i nerazzurri sono una squadra a divenire, al momento brava ed un pizzico fortunata, il VAR gli sta dando per il momento una certa equità arbitrale, non per niente gli ascari rubentini cercano di sminuirla in qualsiasi maniera, in primis il tardo Tardelli e lo sconcertante Sconcerti, lo dimostrano i rigori dati finora che equivalgono quanti avuti in un intero campionato anni orsono

  • andrea1952

    leggo che la signora Icardi sta tornando alla carica per il ritocco del contratto del marito. Ma se è stato rinnovato un anno fa? Ma che ca..o vuole la signora? Già lo scorso anno ha destabilizzato l’ambiente e foraggiato i media con i suoi cinguettii che ci si sono fatti tondi con il rinnovo, non rinnovo ecc. Poi, già la curva è sul piede di guerra contro Icardi, per il vero solo gli ultras, è mai possibile che questa mujer (grazie traduttore di Google!) Sia sempre a batter cassa? Se non gli bastano i soldi per lo shopping, vada a lavorare alla Fiat o trovi altri sistemi per far soldi, i “mezzi” non le mancano

    • Roby2001

      Non è una sua iniziativa, ma della società

      • andrea1952

        Altro errore della società, ben sapendo con chi doveva trattare e le sue fameliche esigenze di soldi per comprarsi borsa “Birkin” di Hermes da 8.000 euro Anche considerando la risposta del giocatore nelle gare con Crotone, e Bologna che non ha toccato palla. Scandalo nello scandalo Icardi e la borsa casomai fatta dai connazionali dei padroni del marito costata 8 mesi di uno stipendio di un operaio. E’ anche vero che l’operaio non ha mica la to….a ha solo il lato B e quello glielo fanno tutti i giorni!

  • maigobbo

    Su Icardi è la società che ha deciso di muoversi viste le mega clausole pagate senza batter ciglio! Sulla partita vorrei solo dire che senza la Var noi staremmo qui a parlare di un pareggio in casa contro una neopromossa, con i soliti “esperti” a dire che si il rigore c’era, ma l’inter deve essere più forte di queste cose! E così con un rigore non dato qua, un fuorigioco non fischiato la, i campionati si falsano a maggior gloria dei galeotti!