Informazione unilaterale

admin 1 dicembre 2014 5 5.560 views
Informazione unilaterale

Gentile redazione, appassionati tifosi: domenica 30/11 ho visto Sportmediaset… per l’ultima volta. In barba alla famiglia Berlusconi, ho finalmente scoperto che il direttore è nientepopodimeno che Andrea Agnelli. Dopo una prima doverosa pagina sul derby di Torino con annessa doverosa visita al museo bianconero, arriva il video di  Bonucci che insegna l’inno della Juventus al figlioletto biascicante le prime parole. E mi dico, va bene, prima o poi si parlerà d’altro. Arriva Garcia che fa presente il sopruso subito dalla Roma contro la Juventus e dallo studio lo liquidano con sorrisini e battutine “deve cercare di mettere pressione in qualche modo ad una Juve troppo forte”. Mi dico, ora forse sentiremo qualche parola di Mancini, non siamo certo la squadra del momento ma è anche il giorno di una partita importante,un Roma-Inter che ha fatto storia negli anni passati. Invece chi fa il suo trionfante ingresso in tv? Un estenuante e inspiegabile rubrica maxi formato di Alessio Tacchinardi che incensa i campioni passati presenti e futuri (di chi?) della Juventus e chiude col botto: “Ho due figli e li ho subito educati all’anti-interismo”.

Direte voi, sono cose che non hanno importanza. Aggiungo io: sì, se si cambia canale. Un’informazione sportiva così unilaterale fa venire il vomito, in un Paese ahimè ben avvezzo a tali pratiche giornalistiche, su tematiche ammettiamolo molto più rilevanti della nostra passione calcistica. A confortarci arriva il “povero” (non me ne voglia, l’aggettivo deriva dal contesto) e bravissimo Marco Barzaghi, che ci porta una piccola intervista con Dodò. Aspettandomi un’imminente rubrica sul fair play firmata Iuliano e Montero, ho deciso finalmente di cambiare canale e ho pensato: “Il destino di noi interisti, nel bene e nel male, è quello degli scozzesi. Subiamo, veniamo zittiti, ma dobbiamo restare (e ne abbiamo ben donde) sempre a testa alta. E quando arrivano i nostri Braveheart, come nel 2010, che le cantano senza remore né riverenze (avete capito chi è Braveheart), gli altri, abituati a cavalcare i loro destrieri dorati per grazia degli arbitri, lodati dai bardi di un’intera nazione, li mettiamo con le natiche all’aria. Perché siamo l’Inter, e anche quando siamo in ginocchio, loro ci temono, lo sanno che quando ci rialziamo sono dolori”.

Mario


  • andrea1952

    Cosa speravi Mario, da un’emittente con a capo un pervertito, pregiudicato, tutto finto come il presidente del Milan? Lo abbiamo avuto per 20 anni come presidente del consiglio e ci ha sputtanato per tutta la galassia, ora si nasconde dietro il suo figlioccio politico Renzi e continua a delinquere e a fare i suoi sporchi giochini pedofil, non è colpa sua ma i suoi aspiranti emuli che si limitano ad evadere le tasse o corrompere e tifosi zozzoneri che lo hanno votato. Se ne sono accorti persino in FIGC, che l’ittavo nano, “ladrolo” è tornato in auge, infatti ieri regali a iosa al BBilan, rigore inesistente su Honda, espulsione fasulla del difensore dell’udinese. Non credo che a merdaset abbiano fatto vedere la spinta su Benassi che ha consentito di impossessarsi della palla e propiziare il goal di Pirlo! Anche su Rai la musica è la solita, fanno vedere il bel tiro di Porlo ma non il fallo per impossessarsi del pallone

  • andrea1952

    semplice, disdire l’abbonamento, tra l’altro carissimo, ed andare sul web e connettersi ad un sito che trasmette in sreaming, ce ne sono molti. si vedono le partite, casmai con commento in russo od inglese, ma sempre meglio dei commenti delle puttane di Premium o Sky

  • kasse

    Tacchinardi, educali come vuoi, ma l’importante è che i tuoi figli crescano senza alti valori di ematocrito….quelli per cui un perito di un tribunale indicò te come “praticamente certo” assuntore di EPO…peccato che per il giudice “praticamente certo” volesse dire “non assunse”….la vita è strana….

  • Anselmo

    Basta semplicemente disdire l’abbonamento, farlo a Sky (che costa molto meno se si fa solo Calcio) che siccome dispone di Audio B si può benissimno ascoltare Scarpini di cui si può dire tutto tranne che non sia filo interista 🙂

  • Vanni Daniele

    Caro tacchinardi,io a mio figlio cerco di insegnare invece ad essere onesto ,sincero e giusto,ad ogni costo,gli insegno il rispetto nei confronti della giustizia e delle forze dell ordine,infine gli spiego che le scappatoie non portano da nessuna parte e,anzi portano all autorovina,gli insegno infine che è molto più importante essere amato che temuto,chi e temuto infatti non può godere di amicizie pure ma solo di amicizie di comodo,e alla fine quando i nodi vengono al pettine si rimane soli(vero moggi?).
    Probabilmente caro Tacchinardi questo era ciò che dovevi insegnare a tuo figlio,ma non si può certo pretendere da uno come te e come tutti quelli che tifano X la squadra più disonesta,antisportiva e corrotta del mondo di aver propri questi principi,sarebbe come chiedere a Totò riina di andare a spiegare nelle scuole L importanza della lotta alla mafia!