Lo sfogo di Pochettino che lascia senza parole

admin 12 marzo 2018 15 2.734 views
Lo sfogo di Pochettino che lascia senza parole

“Una grande squadra come la Juventus ci ha dato una grande lezione su come comportarci. Prima della gara c’era Agnelli e dopo la gara Agnelli, Marotta e altre persone hanno messo pressione all’arbitro e ho visto come lo hanno fatto durante l’intervallo” ha detto Mauricio Pochettino in conferenza stampa dopo la sconfitta di Londra contro i bianconeri in Champions League. Cosa, cosa? Agnelli e Marotta hanno avuto contati con l’arbitro durante l’intervallo della gara con col Tottenham? Stiamo scherzando? L’arbitro non può essere “incontrato” durante l’intervallo, come si sono permessi? Il regolamento del calcio lo vieta tassativamente. Pochettino ha pure aggiunto: “Abbiamo capito che in futuro per vincere c’è bisogno di farsi sentire anche fuori dal campo”. E’ inutile quando uno è ladro lo è anche se va in Paradiso, ruberebbero pure le chiavi a San Pietro. I media italiani hanno starnazzato come oche sul rigore non dato alla rube, e i falli di mano in area di Chiellini e Benatia, quelli non contano?  A questi ha fatto pure riferimento Pochettino, ed io aggiungo la mancata espulsione di Pjanic per mancata doppia ammonizione

Andrea

  • andrea1952

    Aggiungo all’articolo la risposta arrogante data da Allegri alle frasi di Pochettino. Dove è il problema i dirigenti della Juve scendono sempre negli spogliatoi! A parte che questo è vietato, per questo la società nomina un “dirigente accompagnatore” incaricato di tenere i contatti con l’arbitro e per le formalità di rito. Poi questi incontri devono avvenire 1 ora prima dell’inizio gara non durante l’intervallo. Poi dubito che sia Andrea Agnelli che Marotta siano dirigenti accompagnatori, dato che il regolamento parla di n. 1 dirigente non di due. Lo so che è abitudine scendere negli spogliatoi da parte dei dirigenti rube, lo faceva pure Moggi, e questi, se il caso, vi rinchiudeva l’arbitro dentro. Vanno capiti il gatto e la volpe, non potendo telefonare all’arbitro, oramai le schede telefoniche svizzere sono obsolete, come fanno ad offrigli una Maserati? Anche questo è uso della rube, oltre che lo scendere negli spogliatoi

  • andrea1952

    ho ascoltato le ultime dichiarazioni di Spalletti. O è impazzito o rinsavito, ha affermato che i giocatori non sono campioni all’altezza per competere al vertice. Ora se questo è vero e gli ultimi risultati sembrano confermarlo, non credo che dichiararlo in una conferenza stampa sia un toccasana per la squadra. A meno che queste frasi, fra cui quella di critica ad Icardi ed il suo gioco troppo estraniante da quello della squadra, non fossero rivolte alla proprietà che tradotte volessero significare: signori, o voi proprietari investite e mantenete le promesse fattemi al momento del mio ingaggio, smettete con i vostri tentennamenti avuti durante le ultime sessioni di mercato, mi prendete i giocatori che mi occorrono e cedete quelli che non mi servono, oppure con questa squadra non andiamo da nessuna parte. Se fosse così Spalletti ha straragione, ed è arrivato a tanto dopo sicuramente aver parlato chiaro con la proprietà. Certo le sue dichiarazioni cozzano con altre da lui fatte, come ad esempio, quando disse che il miglior modo per perdere era quello di andare a dire che quel giocatore non era buono e l’altro andava cambiato. Invece è proprio quello che ho sentito dichiarare nella conferenza stampa dopo il Napoli. Quando l’Inter vinceva difendeva la squadra ed i giocatori, ora che le cose vanno male fa il contrario. Forse Icardi prima giocava diversamente da come gioca ora? Forse che l’Inter aveva un gioco diverso dall’attuale? No, anzi dovrebbe essere Spalletti a darle un gioco diverso, ora che Candreva/Perisic perdono i colpi, invece, sono i giocatori scarsi, vero, ma troppo facile darli in pasto a dei media che non attendono altro. Oramai il mercato è chiuso, l’Inter è quella che ha nelle mani, eventualmente dovrà chiarire la sua posizione e visione dei nerazzurri con i cinesi, prenderli per il bavero e obbligarli a mettere le carte sul tavolo, oppure dichiarare apertamente di fronte ai media ed alla squadra, o cambiate atteggiamento oppure me ne vado. Non faccio nessuna colpa a Spalletti, ma alla proprietà, che con la sua immobilità, assenza e mutismo, farebbe perdere la pazienza anche ai santi

  • Arturo

    Spalletti se l’è presa con la mancanza di qualità dei suoi giocatori. In pratica ha affermato in diretta che sono scarsi. Brozovic (che è stato giustamente fischiato nella precedente partita anche perché non è un trequartista) contro il Napoli ha giocato centrocampista centrale con quantità e anche “qualità” per tutti i 90 minuti perché le qualità tecniche le ha. E’ stato oggetto di un attacco diffamatorio da parte della stampa. Brozovic e Perisic sono nazionali croati e vanno ai mondiali. La qualità che voleva Spalletti era Pastore per giocare 4-2-3-1, ma Suning non l’ha potuto acquistare sennò rovinava i conti. Se non riusciamo a giocare con quel modulo, è l’allenatore che deve essere in grado di cambiare schema e trovare le giuste soluzioni. Tra i dirigenti indicati nel’articolo turibolati da tv e giornaloni e Suning io preferisco Suning almeno finora.

    • andrea1952

      Arturo, Suning ha un solo merito aver tolto dalle mani di Thohir l’Inter. Suning, seguendo le indicazione dell’allora suo consigliere per lo sport, Kia prese due giocatori da Kia rappresentati, Joao Mario e Gabigol, (mistero del motivo della sua venuta) pagandoli più del “fenomeno” oltre che ingaggiare De Boer sempre seguendo Kia. Tutti e tre rivelatosi dei giganteschi flop. Dopo questa fase Suning, ha chiuso il portafoglio, non mantenendo le promesse fatte ai tifosi e sicuramente a Spalletti, non prendendo giocatori se non in prestito o svincolati, non solo, negando pure la venuta in Italia di Ramires campione già nella squadra cinese di Suning, vendendo giocatori nerazzurri il più possibile tanto da creare buchi nell’organico. Con questo atteggiamento cosa ha ottenuto Suning? Ha impedito a Spalletti di poter effettuare dei cambi congrui ad un cambiamento degli schemi di gioco che potesse fare l’allenatore. Ha dovuto impiegare sempre gli stessi giocatori soprattutto in attacco, non avendo ricambi, Karamoh valido ma poco difensivo, ed Eder non all’altezza, deve impiegare Perisic e Candreva che siano in forma o meno, altrimenti chi ci metti al loro posto? Ha preso in prestito Rafigna, valido se impiegabile da subito, ma Rafigna è più di un anno che non gioca per infortuni, quindi non pronto. Skriniar è stato l’unico azzeccato e validissimo, ma con un solo uomo non si fa una squadra. Suning, non abbiamo timore a dirlo, dell’Inter importa poco o niente, di calcio capisce quanto un eschimese, non è mai presente, il figlio non sa neppure dove si trova la squadra, abbiamo un presidente, Thohir, che sarebbe meglio perdere che trovare, un vice presidente che fa solo rappresentanza, Sabatini che non è responsabile direttamente dell’Inter ma dell’attività sportiva del gruppo Suning, quindi Spalletti messo lì a fare da potta e da culo sordi ad ogni sua richiesta e guarda bene, Arturo, la situazione non cambierà certo a breve, nel prossimo mercato, a Suning, questa è una mia impressione, non interessa nemmeno gran che i nerazzurri vadano in CL, perché questo significa investire e molto e loro da quest’orecchio non ci intendono, questo non è certo il miglior modo di gestire una squadra di calcio. Nel calcio o hai un proprietario straricco appassionato di calcio e possibilmente tifoso, e questo Suning non lo è, o una società solida finanziariamente, autosufficiente con uno stadio di proprietà, con un organigramma di persone competenti che sappia scegliere giocatori adatti al gioco che hanno in mente, ed anche questo a l’Inter Suning non ha dato e non lo darà. Quindi l’unica speranza è che a breve la squadra venga ceduta ad un arabo, russo, o chi altro capace economicamente di sostenere i nerazzurri e dargli una forma societaria adeguata, così come è ora, con Suning, non andiamo da nessuna parte, salvo vivacchiare a metà classifica come accaduto da dopo il triplete

  • andrea1952

    la proprietà cosa dice? Spalletti gli ha dato uno schiaffo, meglio un calcio negli stinchi, e loro continuano ad essere impassibili, imperturbabili, statue di sale. I ns. proprietari non sono umani, è un “convitato di pietra” un moloc inscalfibile che niente e nessuno riesce a turbare. Questa la migliore delle ipotesi, la peggiore è che ai cinesi non importi un fico secco dei nerazzurri e che quindi qualsiasi cosa succeda gli scivoli addosso senza lasciare nessun segno. Spalletti con le sue ultime dichiarazioni, gli ha chiaramente detto, o voi mantenete le promesse fattimi nel passato nel prossimo arco di mercato o io me ne vado verso altri lidi più seri e dove gli impegni si mantengono. Quale risposta hanno dato i proprietari cinesi? Niente, nemmeno una piega del loro volto da statua di bronzo, nemmeno una indignazione, un accenno di rammarico, niente, ma lo capiscono l’italiano, anche se tradotto, o se ne fregano bellamente? Stanno pompando Lautaro Martinez che al momento non è ancora a Milano, sicuramente per un prossimo addio di Icardi, non per questo mi straccio le vesti, ma si rendano conto, se questa ipotesi diventasse realtà, il rischio che corrono e che fanno correre alla squadra? Loro non parlano, ma Thohir (lui se non ci sono soldi da succhiare sparisce) Steven Zang, Zanetti, Ausilio, i vari addetti stampa, i vari manager che gremiscono l’organigramma dell’Inter, Sabatini, dove sono, cosa fanno? A dire il vero Sabatini qualche accenno d’insoddisfazione l’ha pure dato, quando ha affermato che i cinesi sono volubili ed in pochi minuti sono capaci di invertire decisioni già prese, ma non basta, occorrerebbe mettere la proprietà davanti alle proprie responsabilità, trascinandoli ad un confronto pubblico per smascherare le loro vere intenzioni e far cessare tutte quelle speculazioni mediatiche che non fanno altro che destabilizzare un ambiente già traballante. Una cosa credo che sia sicura, se al posto di Suning vi fosse stato Moratti, dopo le dichiarazioni di Spalletti, questi sarebbe già saltato, forse non essere successo è l’unico aspetto positivi di avere la proprietà di Suning

  • andrea1952

    una riflessione che credo sia condivisa da molti amici tifosi. Come possiamo pretendere la CL non avendo un attacco? E’ da dicembre che il ns. attacco è asfittico, guardate la posizione di Icardi nella classifica cannonieri anche considerando il suo infortunio. Finiti i “rifornimenti” da parte di Perisic, che personalmente dopo la tripletta non ha più segnato, anzi sparito dalla scena e Candreva che pure lui sono mesi, se non anni, che non segna e come Perisic è in netto calo, l’Inter ha vivacchiato con i goal da palla inattiva. Icardi che come è un killer in area di rigore, se gli metti la palla al piede fuori area ed un palo del telefono davanti, è capace di perdere la palla pure rispetto al palo e credo, ma questa è solo una mia personale convinzione, non voglia neppure essere affiancato da una seconda punta che abbia caratteristiche opposte alle sue, per ragioni di “ombreggiamenti”. Spalletti spero e credo si sia reso conto di questo, ma semplicemente non ha sostituti, Karamoh valido in attacco, molto meno in fase difensiva, Eder, meglio nemmeno commentare. Tutto questo lo spiego, per Icardi l’ormai vicino addio dall’Inter, Perisic, che ha più la testa ai mondiali che al campionato, poi come icardi pure lui è molto discontinuo da sempre e Candreva che oramai è in “riserva”. Aggiungiamo poi che i centrocampisti non segnano nemmeno se al portiere avversario prende una sincope, questa è la realtà della squadra. Cosa può fare Spalletti? Cambiare gioco, con chi? Rafigna arrivato a gennaio non è pronto, lo credo, è stato fermo 1 anno! Ma questo lo sapevano al momento del suo ingaggio, mentre all’Inter occorrevano uomini pronti, il centrale difensivo preso a gennaio è sparito, anche quando Miranda è stato infortunato, eppure c’è chi colpevolizza Spalletti e cerca di assolvere la società e la proprietà la maggior responsabile di questo casino. Guardiamo gli acquisti recenti. Gabigol e Joao Mario sono arrivati strapagati avendo come sponsor e procuratore di ambedue il curatore per il calcio di Suning Kia, come pure l’allenatore Van de Boer. L’unico acquisto azzeccatissimo Skriniar, arrivato quasi in sordina, ma si sta facendo sentire sul campo, purtroppo sarà il prossimo regalo per gli altri nel futuro. Dopo la proprietà ha tirato i remi in barca o quasi, forse accortasi delle bidonate prese, ma per colpe loro o dei loro consiglieri. Il recente e sbandierato possibile acquisto di Lautaro Martinez ho già sentito dire che se arriverà non è detto che giochi subito in nerazzurro, il prossimo campionato, ma dato in prestito per il suo adattamento, speriamo siano solo fantasmi

  • andrea1952

    Il recupero del derby volete scommettere che sarà fatto in maniera da agevolare il BBilan o rube? cioè in concomitanza con la rube? Scavalcando il regolamento che afferma che la gara deve essere recuperata nel primo spazio utile. Allora si tirano fuori i tifosi, la gara infrasettimanale ecc. Considerare che sicuramente la rube avendo la CL chiederà l’anticipo quindi l’Inter dovrà incontrarla dopo 2/3 giorni dopo il derby. Dei tifosi se ne sono fregati alla grande nel rinvio del derby, ora siccome tornano utili, allora ci si ricorda dei tifosi? Se ne approfittano perché in Federazione i nerazzurri non contano un casso. Scommettiamo che se al posto dei nerazzurri c’era la rube dei tifosi se ne sarebbero fregati e la gara si sarebbe giocata in infrasettimanale? Ma siccome in questo caso si può agevolare o il BBilan o meglio la rube, allora arrivano gli scrupoli

  • andrea1952

    il BBilan eliminato dalla EL. I bbilanisti si aggrappano per il rigore generoso concesso dall’arbitro all’Arsenal. A parte che molto probabilmente è stato segnalato all’arbitro dal giudice di linea che era ad un metro dall’azione. Nessuno dice che l’Arsenal ha giocato meglio, invece che con l’arbitro se la dovrebbero prendere con Donnarumma che ha fatto ottime parate nel primo tempo, diciamo salvato il risultato, ma una super papera che ha troncato le gambe ai rossoneri. Come non dicono che l’Arsenal non il Barca, in classifica inglese sono sesti, ci sarà un motivo? Il BBilan doveva far un’impresa, avendo perso 0-2 in casa. I tifosi rossoneri si sono consolati affermando che il BBilan ha attaccato di più, lo credo dovevano segnare 3 goal, invece li hanno presi, altro che arbitro!

  • andrea1952

    da un sito legato all’Inter ho trovato 10 domande che un tifoso avrebbe voluto porre alla proprietà, le riporto per sottoporle alla vs. Attenzione:

    Prima domanda: Suning, che cos’è l’Inter per te?
    Seconda domanda: dove sono i campioni promessi?
    Terza domanda: perché nel mercato di gennaio abbiamo solo pensato a vendere?
    Quarta domanda: all’Inter chi comanda?
    Quinta domanda: perché abbiamo acquistato Dalbert e non Kolarov?
    Sesta domanda: perché il lavoro del direttore sportivo non viene mai messo in discussione?
    Settima domanda: Perché da Nanchino nessuno parla dell’Inter?
    Ottava domanda: Che ruolo ha Sabatini? Può fare il mercato oppure non deve acquistare nessuno?
    Nona domanda: Perché alla festa dei 110 anni dell’Inter mancavano Thoir e Zhang?
    Decima domanda: Che tipo di mercato ci attende in estate?

    Mi sembrano domande più che valide da fare, ma sicuramente non avranno risposta. La più pesante mi sembra quella che rimarcava l’assenza nell’anniversario della nascita dell’Inter dell’intera proprietà e del suo presidente, il che la dice lunga sull’interesse che hanno i cinesi per i nerazzurri. Questo in risposta a quei tifosi che si ostinano a credere che Suning rappresenti il futuro radioso della ns. squadra

  • andrea1952

    come mai non viene nemmeno accennato dell’indagine della finanza olandese, ripeto olandese, non italiana, non sia mai che possa venir colpito anche per sbaglio un evasore fiscale. Del sequestro in Casa Milan dei contratti di Balotelli, Nbaye, Donnarumma su richiesta del fisco olandese. Perché già che ci sono non danno pure una sbirciatina alla cessione di Pogba al Manchester dichiarato dalla rube ceduto per 110 milioni mentre in realtà nelle casse rube sono finiti solo 70 milioni il resto nelle tasche del pizzaiolo? Paura di scoprire del marcio? Forse gli escrementi degli agnelli? Lo dovrebbe fare l’Italia non l’Olanda, ed allora figuriamoci se mai lo faranno?

  • andrea1952

    Udinese Sassuolo, vince il Sassuolo, in pratica Juve A batte Juve B uno scontro non infracittadina ma fra infrasquadra. Chissà non siano arrivate telefonate a Udine per “indirizzare il risultato, dato che uno dei due goal Sassuolo è venuta da un’autorete dell’Udinese?

  • andrea1952

    letto l’editoriale di Christian Liotta su Internew nel quale dà una interpretazione delle parole di Spalletti riguardo alla poca qualità della rosa Inter, sia dell’impegno di Suning per i nerazzurri, cercando di minimizzare, a mio avviso, le parole dell’allenatore e di giustificare le azioni della proprietà. Però fa il paragone con due squadre austriache che hanno come proprietario la Red Bull la quale le ha portate agli onori sportivi da club di seconda fascia. Ecco, c’è poco da minimizzare, Spalletti ha detto al verità, anche se in seguito ha cercato di indorare la pillola, ma la verità non la si può nascondere. Suning, a differenza della Red Bull ha comprato una società non certo di seconda fascia, e sta rischiando di trasformarla proprio in una squadra di secondo ordine, seguendo la politica da lei finora svolta. Conclude poi con una frase: ” allora si può partire dai club già in dotazione proseguendo, al di là degli investimenti per la rosa che comunque arriveranno, con la politica delle partnership per condividere esperienze e metodi, e ben venga mandare in avanscoperta proprio l’Inter, indubbiamente il nome più prestigioso da spendere” Investimenti che arriveranno? Quando, se già stanno sventolando lo spauracchio del Governo cinese? Mandare in avanscoperta l’Inter per partnerschip? Cosa vuol dire? Con quali partner, se persino per giocatori già in possesso di Suning è giunto il niet per il passaggio all’Inter? Forse l’autore dell’articolo conosce particolari che noi comuni tifosi non conosciamo? Ma sappiamo invece benissimo la situazione attuale dell’Inter, quinta in classifica, in picchiata di risultati e di goal segnati e particolare piccolo ma significativo con l’assenza ai festeggiamenti del compleanno dell’Inter dell’intera gerarchia Suning, come se tale compleanno non riguardasse una loro proprietà, forse se lo sono dimenticato, o forse in Cina hanno un altro calendario

  • andrea1952

    con una vittoria con 5 goal è cominciata la crisi Inter, speriamo che con un’altra vittoria con 5 goal sia finita. Troppo facile la vittoria per poterlo affermare. Icardi è tornato, avrei preferito che si fosse centellinato i goal per le prossime partite, ma Icardi è così, fiammate, fumo e poi di nuovo fiammate. Immaginate cosa potrebbe fare Icardi con una squadra che girasse come girava l’Inter oggi? Queste partite fanno maggiormente incazzare il tifoso, non per la vittoria, ci mancherebbe, ma nel vedere la differenza del gioco di oggi, anche se con qualche sbavatura, con quello spesso mostrato dalla stessa Inter in altre gare, lenti abulici, con errori da viva il parroco. Speriamo che la lavata di testa di Spalletti sia servita e che duri fino alla fine del campionato.

  • andrea1952

    amici chiedo il vs. aiuto. Il secondo goal del BBilan di Cutrone come faceva a non essere in fuorigioco, quando ben tre giocatori rossoneri al momento del tiro e respinta del portiere, erano abbondantemente oltre la riga virtuale del VAR, fra cui pure Cutrone? Forse vi era un giocatore Chievo fuori dall’immagine che li teneva tutti in gioco?

  • andrea1952

    RAJ ha superato se stessa. nel fare finta di incensare Icardi hanno trovato il modo di denigrarlo. La DS commentando i 4 goal di Icardi hanno affermato che Icardi era dall’incontro con la Fiorentina che non segnava, tutti hanno assentito solo Sconcerti, gli va dato merito stavolta, ha sottolineato che si Icardi era dalla fiore che non segnava, vero, ma su 8 gare 6 era stato fuori per infortunio, non aveva giocato e tutti presenti in studio della RAJ sono caduti dal pero. Sono talmente abituati a prostituirsi, stile baldracca bianconera, che non si accorgono nemmeno chi è sopra o dietro loro. Purtroppo sono pagati e bene al posto di qualche onesto lavoratore che si fa il culo al posto di questi prestatrici di foca .