Marotta, Agnelli e Lotito: il calcio italiano è Suburra

admin 30 gennaio 2018 18 5.429 views
Marotta, Agnelli e Lotito: il calcio italiano è Suburra

“Dovete crearvi consensi, farvi eleggere e poi decidete” riferito a Marotta, Andrea Agnelli e Baldissoni. Riferito a Marotta: “Tu devi stare zitto perché parlano i presidenti”. Agnelli ha difeso Marotta dicendo: “Non hai capito che devi stare zitto tu, quando parla Marotta”. In queste frasi sta tutta l’arroganza e la spocchia della Juve e la grettezza di Lotito. Se il dibattito era riservato ai presidenti di club, Marotta non aveva titolo a parteciparvi. Ma ancora più significativa la risposta di Andrea Agnelli quel “devi stare zitto tu, quando parla Marotta!”. Chi è Marotta? Perché gli altri devono tacere? Fino a prova contraria se si valuta il peso delle cariche un presidente ha molto più “valore” di un manager, dipendente di un club. Infatti in un altro articolo si legge che Lotito avrebbe pure detto “Siete tutti impiegati” alludendo allo strapotere juventino in Lega. A questo punto Marotta sarebbe venuto alle mani con Lotito. Leggiamo inoltre che Lotito ad un giornalista che lo ha intervistato sull’accaduto avrebbe detto sorridendo: “Il problema con Marotta, è che non sa dove guarda. Con un occhio gioca a biliardo e con l’altro mette i punti”, ha commentato ridendo. Questo per avvalorare la rozzezza dell’individuo. Se il dibattito era fra presidenti, cosa ci rappresentava Marotta? Perché Agnelli e Marotta si sono risentiti quando ha definito i presidenti “tutti impiegati”? Forse hanno la coda di paglia ed Lotito ha toccato un loro nervo scoperto? Comunque un fatto è certo, il calcio con questi individui è diventato a livello di “suburra” per restare nell’ambito Urbe e a livello dei “Murazzi” riferendosi alle zebre con il logo simile ad una forca per impiccati.

Andrea

  • andrea1952

    Grazie redazione. ma veniamo a noi. Oramai i giochi di mercato mi sembrano fatti. Riassumendo, presi in prestito Rafinha e difensore centrale Lopez. Partiti in varie maniere Nagatomo e Pinamonti con ricompra.. Secondo voi l’Inter si è rafforzata come richiesto, poi non tanto velatamente, da Spalletti? Secondo me, a mio modestissimo avviso, no. Anzi hanno ceduto, bene o male una punta, ceduto un rimpiazzo sulla fascia, non un top player per carità, ma un sostituto si. Presi un centrale difensivo da valutare, al posto della mamma di Spalletti, e Rafinha da valutare sia sul piano fisico venendo da due gravi infortuni e dal lato gioco in Italia. Non credo che Spalletti sia contento. E’ vero che anche le altre squadre non è che abbiano fatto fuoco e fiamme, ma forse le altre non avevano bisogno di rinforzi come l’Inter a causa della sua rosa spampanata e ristretta. Mi piacerebbe leggere nella mente dei Suning per conoscere le loro intenzioni (viste le loro inesistenti dichiarazioni) e cosa credono che sia una squadra di calcio, fargli una domanda: ma credete proprio che le altre squadre siano proprio andicappate mentali? Credete che possano regalare all’Inter dei fuoriclasse? Si perché se non vogliono spendere, l’unica soluzione è che all’Inter regalino giocatori, forse in Cina usa fare così, se lo credono, continuino a giocare ed investire in Cina, ma visti i risultati della loro squadra cinese, lasciamo perdere

  • andrea1952

    Ora a mercato finito, possiamo tirare le conclusioni ed i risultati. Credo che il tutto si possa riassumere con una sola frase: “Suning, Zang, Cinesi, ANDATE A FARE IN C…INA!” loro sono i padroni della squadra, ma questo non dà loro il diritto di prendere per il culo (scusate il francesismo) i tifosi ed in genere gli italiani. Non solo, porre alla pubblica gogna mediatica l’intera squadra assieme ad i sui tifosi, sapendo come i media non perdano occasione di crocifiggere i nerazzurri. Hanno venduto o prestato di più che ingaggiato, quando il loro allenatore, Spalletti, aveva fatto capire e detto che la squadra aveva bisogno di rinforzi. Hanno ceduto o tentato di cedere, (Pinamonti) giovani promettenti il centrale difensivo Vanheusden . Joao Mario via, strapagato in precedenza, Brosovic rimasto perché non lo vuole nessuno, Nagatomo via, poi voglio vedere se si infortuna Dalbert come lo sostituiscono. In pratica abbiamo ceduto elementi di una rosa già ampiamente carente in numero e qualità ed abbiamo preso un giocatore Rafinha che ha avuto due infortuni gravi ai ginocchi ed un Lisandro Lopez da vedere all’opera. Il leccaculo d’Ausilio se ne esce con la frase: “Abbiamo favorito l’uscita di alcuni giocatori che HANNO ALLEGGERITO IL MONTE INGAGGI e hanno portato qualcosa in termini di prestito oneroso” Ma questo individuo è in grado di comprendere ciò che dice? Icardi è stato risparmiato avrebbe fatto troppo incazzare i tifosi, ma a giugno potrebbe essere la volta buona. Spero che la prossima partita in casa a San Siro si veda sugli spalti uno striscione fax simile a quello intravisto in Cina durante una gara della squadra cinese di Suning: “SUNING VATTENE” a S. Siro aggiungerei anche in ideogrammi cinesi SUNING VATTENE E PORTATI DIETRO IL PRESIDENTE SUCCHIA SOLDI THOHIR, KIA E DELINGUENTI AFFINI

  • andrea1952

    Zhang Jindong, proprietario del gruppo Suning, è stato eletto come delegato per il quinquennio 2018-2023 nella 13esima edizione dell’Assemblea Nazionale del Popolo, l’unica camera legislativa della Repubblica Popolare Cinese. Ricordate Carosello e lo slogan pronunciato da Calimero? “Or che bravo sono stato, posso fare anche il bucato? No Calimero, tu sei solo sporco!” Ecco hanno dato il contentino a Zhang din don, questo gli interessava più del fare figure di merda in Italia ed in Cina con le sue squadre di calcio. Ha una faccia impenetrabile, non come tutti i cinesi hanno, ma come tutte le facce di bronzo. Ha proibito tutto e di più, dallo “storno” di Ramirez, al prendere in prestito Pastore, non ha voluto cacciare un euro trincerandosi dietro il FFP ed il figlio a Milano (credo che prossimamente gli convenga prendere la sua Pagani e farsi un bel, soprattutto lungo, giretto, e tornare a Milano il più tardi possibile, per lui l’aria è più inquinata di quella di Pechino) a domanda sul mercato Inter risponde: “domandate a Sabatini” e te cosa ci fai all’Inter? Le cose sono due, o non sapeva cosa rispondere, impossibilitato dal dire non prendiamo nessuno, o a Milano Zhang Jr è solo per fare il figlio di papà e dei nerazzurri non conosce neppure la formazione

  • ranxerox

    La cosa che mi fa arrabbiare di più è che sono stati loro a fare i proclami !!
    Partendo da Thoir che ci doveva riportare fra i primi 10 top club del mondo per poi proseguire con Suning con promesse di campagne acquisti faraoniche e poi con #interiscoming# seguito a breve da “andiamo a comandare” di Steven Zhang quando le cose andavano bene (cena di Natale).
    Ora sono scomparsi tutti….fuga generale degli orientali….non si vedono più, nessun commento, a sparare castronerie hanno lasciato l’uomo perfetto Piero Ausilio, triste ogni volta che lo sento, supponente, crede anche di essere simpatico, un inetto incapace che ha il merito di averci fatto comprare un vagone di centrocampisti scombinati e senza senso a cifre astronomiche tanto che oggi devono essere tutti piazzati altrove con prestiti gratuiti sperando che qualcuno se li compri per due soldi. Poi ha visto bene di farci spendere 20 milioni più numerosi bonus per comprare Dalbert, un terzino di 24 anni che ancora non abbiamo visto in campo….deve essere troppo forte, potrebbe turbarci la vista.
    E poi altri 9 milioni per Karamoh che trotterella ad Appiano Gentile da 6 mesi…
    ma la verità più crudele e nascosta è che a giugno scappano tutti !!!!
    Icardi ha la clausola e se andrà al miglior offerente, Skriniar (unico acquisto azzeccato in questi anni bui) chiederà con forza di essere ceduto, Spalletti vista la parola non rispettata da Zhang se ne andrà sbattendo la porta, nessun giocatore degno di nota vorrà saperne di venire a giocare in questo manicomio…..questa è la realtà……..
    E noi resteremo basiti…….muti…..feriti anche dalle ironie violente di avversari e giornalisti-giornalai, con il nostro amore per l’Inter e con la tristezza nel cuore per questo scempio infinito.

    • andrea1952

      La coppia Suning Ausilio sono come il gatto e la volpe di collodiana memoria. Uno acquista spesso dei brocchi e l’altro non investe per acquistare giocatori validi. Ranxerox (benvenuto stando al nik che mi sembra nuovo) vorrei ricordarti che i maggiori flop presi nella gestione Suning sono stati sponsorizzati dall’allora consigliere sportivo di Suning Kia, vale a dire Gabigol, e Joao Mario, nonché l’allenatore De Boer, quindi, la cosa rende ancora più colpevoli i proprietari attuali. Quello che accadrà nel futuro prossimo, concordo con te, a Spalletti per convincerlo e farlo venire nel manicomio, erano state fatte promesse ancora maggiori di quelle fatte ai tifosi. Icardi, secondo me è già verso altri lidi, Skriniar non può rimanere in una squadra di media bassa classifica, come attualmente l’Inter. Si sentono già frasi quali: “A giugno finiranno i vincoli del FFP ed allora l’Inter si potrà rifare!” altra presa per i fondelli. In Cina fanno piani economici quinquennali, quindi, se le restrizioni governative valgono ora lo saranno anche per i prossimi 5 anni. L’unica speranza è che Suning si “stanchi” dell’Inter e la venda, magari ad un arabo o russo, quelli che da molti commentatori rappresentavano un pericolo, perché, si investivano, ma se si stancavano? Ma loro prima avrebbero investito, e molto, poi si sarebbero stancati, questi invece prima si sono stancati poi non hanno investito

      • ranxerox

        Questo è il mio secondo intervento Andrea, mi piace molto leggere invece scrivo soltanto quando non ne posso veramente più ….
        Ti leggo sempre e condivido molte delle cose che scrivi e condivido soprattutto ciò che scrive Lapo De Carlo.
        Hai ragione sul fatto degli abominevoli acquisti del Sig. Kia però Ausilio imperversa da anni azzeccando pochissimi giocatori (legge dei grandi numeri ?) e sbagliandone molti, poi sul piano gestionale dei rapporti squadra/staff i risultati sono deleteri, non capisco quali sono i suoi meriti….e pensare che sarebbe bastato acquistare un paio di centrocampisti degni di questo nome con le caratteristiche giuste e un paio di riserve (centrale difensivo e una punta) fin dall’estate per fare un grande campionato.
        Ho il terrore di ciò che potrebbe accade a giugno se non riprendiamo a fare punti…

        • andrea1952

          I “direttori” hanno le loro colpe, ma come possono fare mercato con solo prestiti con diritto di riscatto? Per il prossimo mercato il Governo cinese ha già dato lo stop per l’investimento nel calcio, quindi, vedremo partire Icardi o Skriniar

  • andrea1952

    guardando per caso Interfan TV. Qualcuno mi sa spiegare chi è il conduttore. Ma è pagato da Suning, un infiltrato rubentino o solo uno che di calcio non capisce una mazza? Da quello che ho intravisto io è solo in prepotente aziendalista che non si accorge o peggio si accorge ma è talmente prono che fa finta di non accorgersi delle mosse di Suning. Lui, come Suning, rispondendo ad una telefonata si è trincerato dietro il FFP poi non potendo più con dati reali controbattere l’interlocutore, si è sovrapposto alla sua voce ed impedendogli di parlare. Se un canale Inter vi sono questi individui altro che rumore dei nemici, sono più pericolosi dei nemici gli amici. Dato che difendere la proprietà è fare del male all’Inter

  • andrea1952

    “il fatturato potrebbe essere in calo di circa 50/60 milioni, mentre i costi della produzione dovrebbero essere stabili” (da Internew) Allora decidiamo, ma il bilancio Inter 2017 non era in netto miglioramento, da Calcio e finanza: “L’esercizio al 30 giugno 2017 per l’Inter si è chiuso con una netta crescita dei ricavi”, questo prima del mercato, il primo virgolettato invece dopo. Signori ed amici, questi ci prendono per i fondelli. Per quello che mi riguarda Suning può investire, non investire, ingaggiare non ingaggiare, addirittura impegnarsi con l’Inter o meno. Ma quello che esigo è l’onestà intellettuale e la chiarezza verso i tifosi nerazzurri. I signori Suning, allo stesso modo che hanno fatto a giugno 2017 all’apertura del mercato, potevano fare sia a settembre che ora, una conferenza stampa, presenti loro, Spalletti, Ausilio, Sabatini, Thohir. Zanetti e dire, signori, Spalletti, Sabatini ed Ausilio hanno fatto determinate richieste, la proprietà non vuole o non piò investire quindi il mercato deve intendersi chiuso, anzi non aperto, considereremo solo l’ipotesi di cessioni per ripianare i conti. Non credo che i tifosi si sarebbero incazzati. Invece cosa hanno fatto, esattamente il contrario, a giugno hanno sparato promesse top player, fuochi d’artificio, non arrivati, ma tranquilli a luglio…abbiamo avuto contrattempi, ma ad agosto…. poi a settembre sono arrivati il discorso FFP e Governo cinese. Si ma dopo il comitato centrale ad ottobre tutto cambia ed a gennaio ci rifaremo….Gennaio è finito e non abbiamo visto quasi niente, ma tutto nel mutismo più assoluto. Questo per me è prendere per il culo la gente ed in particolare i tifosi interisti, quindi è fisiologico una reazione da parte di questi ultimi, anche sopra le righe, in Italia non siamo in Cina

    • Achille Formenti

      Il bilancio al 30/6/17 era in netto miglioramento circa il 33% di incremento dei ricavi, al 30/6/18 mancheranno gli introiti europa league e sopratutto la quota di ingresso delle sponsorizzazioni Suning che hanno inciso nel bilancio precedente, fare previsioni 5 mesi prima della scadenza di bilancio è prematuro anche perchè potrebbero intervenire fattori diversi, la stima di un decremento dei ricavi è pertanto prudenziale e proprio per questo motivo i costi preventivati devono essere rispettati e non si può sforare. Alla fine dovranno essere probabilmente fatte delle plusvalenze per raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio che è prioritario sia che per il FPF che soprattutto per la proprietà. Dire oggi che Suning non ha investito quando sono stati immessi circa 500 milioni per tappare i buchi, si è contribuito fattivamente ad un corposo aumento dei ricavi sia con sponsorizzazioni dirette che nella ricerca di nuovi sponsor, mi sembra oltre che ingeneroso anche scorretto. Poi naturalmente ognuno è libero di pensarla come crede.

      • ranxerox

        Scusa Achille ma non mi pare che sia stata immessa questa cifra, Suning ha pagato a Thoir la cessione di parte delle proprie quote azionarie ed ha coperto le garanzie sull’enorme debito esistente (creato in gran parte da Moratti), hanno prestato soldi all’Inter (come Thoir) facendosi pagare lauti interessi ma si sono ben guardati dal fare un serio aumento di capitale perché in quel caso avrebbero dovuto mettere soldi veri e non garanzie. Sul mercato hanno speso molto meno al netto delle cessioni pur avendo, in effetti, gettato soldi alle ortiche perché ben consigliati dal loro uomo di fiducia, il Sig. Kia !!!
        Per concludere vorrei comunque sottolineare che sono stati proprio loro a fare i PROCLAMI, in almeno tre diversi momenti e direi che sono tantissimi visto che non parlano molto.
        Dopo la gestione Thoir nessun interista si aspettava miracoli o sforzi incredibili quindi sarebbe bastato tenere un profilo basso invece hanno voluto fare proclami, farsi pubblicità e poi non hanno mantenuto la parola data e questo è un fatto molto grave e proprio per questo credo che ogni interista abbia il sacrosanto diritto di essere incaxxato

        • Achille Formenti

          soldi immessi nell’Inter, soldi reali non garanzie, 140 milioni come sovrapprezzo azioni all’atto dell’acquisto oltre a 100 milioni contestuali di prestito a cui sono succedute tre tranche da 100, 80 e 12 milioni per quanto sono a conoscenza che portano il totale a 420 oltre agli 80 milioni che sono rientrati con la recenti emissioni di obbligazioni di cui si sono resi garanti, il totale porta a 500 milioni fra garanzie e soldi. Il recente acquisto di Martinez dimostra che Suning quando vede l’investimento procede, evidentemente a gennaio non c’erano i presupposti, i proclami o presunti tali (Zhang non ha mai parlato) non parlano dell’immediato io ho sempre sentito dire di giovani di prospettiva, non di elefanti alla Pastore che fa il turista da tre anni a Parigi con ingaggio di 10 milioni l’anno.
          L’Inter deve uscire da questa situazione con le proprie forze, non mi si dica che per battere Crotone e Spal servono rinforzi o che i giocatori sono stanchi perchè hanno giocato sempre quelli, i rinforzi alla Batistuta alla Maniche alla podolski non hanno mai risolto nulla anzi hanno solo creato confusione, appesantito e portato fuori controllo i conti.

          • ranxerox

            Esatto Achille 140 di sovrapprezzo incassato da Thoir non dall’Inter !!!
            Gli altri sono tutti in prestito e se li faranno restituire quando venderanno e per adesso si fanno pagare lauti interessi !!!
            Le obbligazioni sono sempre prestiti da parte degli investitori che poi andranno restituiti !!!
            Quindi di cosa stai parlando …..
            Hai ragione quando dici che questa squadra deve uscire da questa situazione comunque resta il fatto che la squadra è costruita male, soprattutto a centrocampo che è corto e mal assortito e in attacco e le carenze nascono dalla improvvisa inversione di rotta fatta a luglio dai cinesi….questa è la verità ci puoi girare intorno quanto vuoi ma i fatti sono questi

          • Achille Formenti

            i 140 milioni sono nel patrimoniale dell’Inter, li ho letti io e visto che un po’ me ne intendo……. certo nessuno mi ha spiegato attraverso quale strada sono arrivati comunque ci sono, gli altri figurano come prestiti remunerati, ma gli interessi sono figurativi, incidono solo sul conto economico non tolgono liquidità all’azienda; che poi se li facciano rendere all’atto di vendita è da verificare perchè sicuramente ad oggi faranno fatica a trovare un acquirente che gli garantisca i 400 e passa milioni di soldi investiti oltre a prendersi in carico una società che ha altri 400 milioni di debiti, in soldoni accollarsi l’Inter oggi vuol dire accollarsi 800 e passa milioni di debiti per una società che ai tempi di moratti ingoiava 100 milioni l’anno di liquidità ed oggi (dati di bilancio al 30/6/17) ne mangia ancora 27 e che per chiudere il bilancio a zero deve trovare entro giugno 40/50 milioni di ricavi. Andrei pertanto cauto ad augurarmi un’uscita di Suning, siamo riusciti a sfangarla con Moratti che l’ha lasciata sull’orlo del baratro, non so se avremmo la stessa fortuna una seconda volta………

  • andrea1952

    Inter Crotone. ANDATE A FARE IN CULO. Suning, la società, i giocatori. Spalletti, il presidente, il vice presidente, Ausilio, sabatini e tutti coloro che hanno contribuito a formare una squadra di CRETINI, DEBOSCIATI, SFATICATI, MEZZI BROCCHI i migliori, BRICCHI i peggiori. Voglio sentire cosa dicono quei tifosi interisti, che accusavano gli altri di essere gufi, disfattisti e che la squadra era accettabile anche senza l’intervento sul mercato. Devono andare tutti in Cina, si, ma al montaggio dei telefonini, ammesso che deficienti come sono, riescano a capire quale vite avvitare. Hanno giocato a rallentatore fino al loro goal, poi appena segnato si sono messi a passeggiare per il campo. Come è possibile pareggiare con il portiere mai impegnato? In avanti non abbiamo nessuno. Nessuno che salti l’uomo, nessuno che entri in area, nessuno che sappia tirare da fuori area, anzi nessuno che sappia tirare. Perisic che sembrava uscito da un attacco influenzale. Hanno continuato a fare cross per Eder che ne ha preso uno, ma che il colpo di testa non è certo il suo massimo. Non hanno fatto massa ne in attacco, ne in centrocampo. Se Icardi se ne va, fa bene, uno come lui, anche se molto discontinuo ed ora fuori forma, non può rimanere con una squadra di brocchi, svogliati. Voglio vedere se anche stavolta i tifosotti hanno il coraggio di dare la colpa all’allenatore, come fatto fino ad ora. LA COLPA E’ DELLA PROPRIETA’ incapace di dare una struttura efficiente, incapace di capire come funziona il mondo del calcio, più menefreghista dei giocatori in campo. Un solo esempio a conferma di ciò: il caso Ramirez che ai nerazzurri avrebbe fatto bisogno estremo. No, si tiene in Cina, quando hai una squadra, che bene o male lotta per la CL, si tiene in Cina per cosa? Per lottare per la salvezza? A Suning dell’Inter non importa un fico secco e forse è pure contento se l’Inter non arriva in Europa. I N C A P A C I e perché lo comprendano meglio glielo scrivo pure in cinese 无能.
    Perisic litiga con Icardi, Broccovic pure, Icardi che ne dice una calda ed una fredda sui social, Candreva che non azzecca un cross, Perisic che si caa addosso, nessuno che tenta di verticalizzare, nessuno si smarca quando i nerazzurri hanno la palla, arrivati sulla 3/4 avversaria il campo si spopola della maglie nerazzurre, Perisic non ha mai saltato il suo avversario, l’unica parata fatta dal portiere del Crotone era forse resa nulla da Eder in discutibile fuorigioco. Basta scrivere, non sono degni neppure di essere mandati a fare in culo

  • andrea1952

    dovrebbero intervenire le autorità, non quelle del calcio, ma le procure. Non è possibile vedere una squadra come il Sassuolo smettere di giocare per favorire la rube! Poi si indignano i rubentini quando viene detto loro che la rube incontra squadre che si Scanzano. E’ scandaloso, la prossima volta facciano scendere in campo la seconda squadra rube contro la prima e la cosa sarebbe più sportiva ed equa. Del resto cosa ti vuoi aspettare dal presidente del Sassuolo che ha fatto da presta nome agli Agnelli on qualità di presidente della Confindustria!

  • andrea1952

    sto per proporre all’Accademia della Crusca un nuovo nome per la squadra della città delle mattonella si potrà chiamare “scansuolo” in passato mandavano in infermeria il loro miglior giocatore, oggi hanno mandato a dormire tutta la squadra, allenatore compreso. Bisogna capirli è sempre meglio una partitella d’alleggerimento prima di un incontro di CL?

  • gio

    Piu che della juve, napoli ,roma e lazio noi dobbiamo temere il suning ,dalla cina con torpore!…cambiero idea solo quando qualcuno di questa azienda si farà vedere di persona per chiarire cosa hanno intenzione di fare x l’INTER.