Raiola attacca Thohir: “Non serviva un indonesiano per fare quello che ha fatto lui”

admin 29 settembre 2016 11 1.676 views
Raiola attacca Thohir: “Non serviva un indonesiano per fare quello che ha fatto lui”

Nell’anteprima dell’intervento per la trasmissione ‘Zona 11 PM Mercato’ di Rai Sport, in onda domani sera, Mino Raiola ha riservato parole dure a Erick Thohir, presidente dell’Inter. Ribadendo la sua posizione nei confronti del tycoon: “Non c’era bisogno che arrivasse un indonesiano per fare quello che ha fatto lui, poteva anche farlo un italiano. Il suo arrivo non è stato un bene per il calcio italiano perché il suo progetto è falso e io non ci ho mai creduto. Lui è arrivato in Italia, ha sistemato un po’ l’Inter e poi l’ha quotata in Asia”. Come se sistemare i conti dell’Inter e riuscire a trovare un accordo più morbido possibile con l’UEFA sul FFP fosse cosa di poco conto. Tra l’altro, Raiola ignora che Thohir ha avuto e sta avendo il merito di traghettare il club nerazzurro dalla crisi finanziaria in cui l’ha rilevato ai fasti garantiti da Suning, gruppo munifico che ha deciso di investire nell’Inter anche perché fiducioso nei confronti del tycoon e del suo lavoro. Infine, giusto sottolineare che NESSUN italiano si sia fatto avanti per fare ciò che ha fatto Thohir.


  • Michele Franchi

    senza contare il pulpito da cui arriva la predica….. no dico… scherziamo?….. come quando certi pseudotifosi ci chiamano prescritti dimenticando il loro passato (… passato…???)

  • Fabio Inter2010

    E cosa deve dire il buon Mino…..Thohir prima e adesso il nuovo proprietario dell’ Inter Zhang Jindong ( 100 milioni spesi per il primo mercato) purtroppo non fanno affari con lui e come dice un vecchio proverbio: ” I soldi non puzzano”……. e quindi il buon Mino abilissimo con i suoi giocatori a guadagnare ricche commissioni facendoli spostare un po’ di qua e un po’ di la ( ricordo che con la cessione di Pogba lui si e messo 25 milioni in tasca) non potendo fare affari con l’ Inter dice delle pirlate cercando magari di tirare l’ attenzione visto che lui gestisce numerosi giocatori….

    PS : Tra pochi minuti saremo in campo per l’ europa league…. speriamo di non fare una brutta figura e cerchiamo di vincere questa partita….. Amala!

    • andrea1952

      speranza vana, non una brutta figura, peggio. Non so se i giocatori non abbiano voglia di giocare l’EL o proprio sono degli scarponi scartati pure nelle partite fra scapoli ed ammogliati. Non è possibile non avere la più pallida idea di cosa sia una difesa nelle gare calcistiche. Ma Frank cosa fa negli allenamenti, li fa giocare a briscola? Ma lo sanno almeno che il pallone è rotondo?

      • Fabio Inter2010

        Infatti Andrea e stata un altra figuraccia…. Speravo in qualcosa di meglio specialmente dopo la prima partita gia’ persa contro gli israeliani…. il secondo gol preso ieri e qualcosa di assurdo, l’ unica speranza e quella di arrivare terzi in campionato e possiamo tranquillamente arrivarci basta che i giocatori mettano l’ impegno (basta anche la meta’) che hanno messo in campo nella partita contro la Giuve….

        • andrea1952

          si se mettono l’impegno. Ma mi domando, perché in EL non si impegnano? Forse perché molti di loro (quelli impiegati in EL, intendo) sanno che alla prima occasione saranno ceduti, e fanno di tutto per non poter essere valutati economicamente e quindi restare nell’Inter, non mi fraintendere, non per attaccamento alla maglia ma agli ingaggi, sapendo che in altre squadre se li sognano. O forse perché non vogliono partecipare al torneo, troppa fatica. Una spiegazione ci deve essere, perché tutti e tre i goal presi sono stati come se avessero fatto autorete

  • andrea1952

    sul pizzaiolo ho postato nell’articolo precedente avendo letto in precedenza le dichiarazioni di Rajola. Sottolineando che è vero che quello che ha fatto ET lo avrebbe potuto fare un italiano. Appunto e perché questo italiano non si è presentato? Parla di pogba sorvolando sul mezzo flop che il suo assistito sta face3ndo in GB, sperando che non faccia la fine, una volta tolta la pompa mediatica italiota, di Balotelli che secondo lui vincerà il pallone d’oro. Detto questo vorrei tornare sull’ennesima figura di merda fatta dai Nostri in EL. Come avevo pronosticato nello scorso campionato, augurandomi che i nerazzurri non si qualificassero per l’>EL onde evitare figuracce internazionali, trasferte da esodo biblico, giocare il giovedì con pochissimo tempi di recupero, ma soprattutto screditare la squadra a livello internazionale. Preoccupazioni ampiamente confermate, nonostante le critiche piovutemi in capo anche da molti di questo blog. ASl momento l’EL è servita solo per dare carburante ai detrattori mediatici italioti

  • andrea1952

    Premetto che purtroppo per ragioni di salute non ho visto la partita, ho visto solo i goal, ma avete visto come hanno segnato? La difesa che perde di vista sia la palla che gli avversari, fatto unico nella storia degli schemi difensivi. Il terzo goal emblematico due colpi di testa indisturbati con i nostri a due metri dall’avversario. E’ evidente che questi giocatori, non vogliono andare avanti nel torneo, giocano a perdere e ci riescono benissimo. Appena possibile vedrò la registrazione del match mi sottoporrò a questa tortura, oltre a quelle fisica. Ma so già cosa vedrò e mi convinco che questi uomini vadano presi a schiaffi, perché non è possibile che in una partita si impegnino e giochino a calcio, anche bene e la partita successiva diano simili spettacoli

  • ORP1964

    L’ESCALATION SENZA FINE DEGLI ATTACCHI GRATUITI CONTRO I NERAZZURRI
    Trovare la voglia di buttar giù 2 righe (sic!) a difesa dell’onorabilità di qualsivoglia tesserato o dirigente nerazzurro anche a ridosso dell’ennesima, imprevista prova indecente dell’Inter in quel di Praga, è come essere sopraffatti dall’irrefrenabile desiderio di una partner assatanata di continuare a fornicare pur dopo una serie di sfinenti amplessi consecutivi……. Mi si passi il “trasgressivo” parallelo calcio-erotico, ma non riuscivo a trovare un esempio più calzante per rendere l’idea di come non si potesse proprio fare a meno di prendere posizione (ma non quella che immaginate voi; e poi quando ti ricapita…….?!). Come si fa a non replicare a quel tentativo sguaiato di Carmine Raiola – per gli amici (i suoi!), solo Mino – di
    sbeffeggiare a modo il suo il presidente Thohir con una dissertazione che –
    almeno per quel che si è letto finora – non è entrata piu di tanto nel merito della questione, fermandosi (come sempre in questi casi) ad una critica superficiale e senza cognizione di causa? Non c’é niente da fare: a Raiola continuano a girare
    tremendamente i cosiddetti per non essere riuscito ad entrare a far parte di
    quel novero di sanguisughe, pardon di procuratori che, alla luce del danaroso subentro societario nerazzurro da parte dei cinesi di Suning, stanno già provando a mungere con onerose commissioni il colosso orientale dell’elettronica e degli elettrodomestici. Quanto rosica Mino: prima buttato fuori a calci in culo da Moratti, poi incapace di ri-piazzare uno qualsiasi dei suoi famosi protetti nella rosa dei nerazzurri: ma della spocchia dei vari Balotelli, Ibrahimovic o Pogba all’Inter non saprebbero proprio cosa farsene. O perché hanno già dato (i primi 2), o perché già “infettato” dal morbo degli innominabili (il terzo).

    E così, dopo il “filippino” affibbiato dal presidente doriano Ferrero a Thohir, il “cicciobello” di quella “prezzemolina” della Christillin all’indirizzo dello stesso presidente indonesiano, il “frocio” di Sarri a Mancini, il russamento simulato di Costacurta a scimmiottare contro De Boer, “l’impresentabile” dell’odierna prima pagina della rosea “dedicato” al pur ex portiere nerazzurro Julio Cesar (e chissà quante altre “carinerie” anti-nerazzurre dimentico), eccola l’uscita fuori pista del cosiddetto: super-procuratore, ma mica della Repubblica: solo del pianeta pallonaro. Il quale non avrà certo usato epiteti ingiuriosi, ma non ha perso l’occasione di dare in pasto al compiacente, bulimico ed onnivoro servizio pubblico radiotelevisivo l’ennesima pietanza avvelenata a danno dei nerazzurri.

    Certo è che ci vuole una faccia come il c**o per (tentare di) impartire lezioni di
    “moralità finanziaria” per uno che non più tardi di 1 mese ha fatto di tutto (e
    la notizia è stata smentita solo da quelli di SportMediaset – i subalterni del
    geometra brianzolo, amico suo – pertanto è tutto fuorché destituita di ogni
    fondamento, cioè è vera!) ha sborsato un po’ dei milioni “raccattati” dall’ agenzia per la cessione di Pogba al Manchester Utd per acquistare a Miami (Florida) una villa che era appartenuta ad un suo famoso e lontano parente come quella “brava persona” di Al Capone. Sì perché – pare anche con sommo risentimento (per l’idea “rubata”) del neo ottantenne di Arcore, nonché “collega” di condanna del gangster di Chicago (per evasione fiscale, per chi l’avesse eventualmente dimenticato) e come ricordava lo stesso settimanale Panorama già lo scorso 12/8 – “Raiola ha una sorta di legame con la famiglia dei Capone. La mamma del boss della mafia, infatti, era parente del papà di Raiola: si chiamava anche lei Raiola (Teresa) e veniva da Angri (SA) come il procuratore sportivo”. Per la cronaca, comunque, Carmine – detto Mino – risulta nato a Nocera Inferiore (SA) e solo in un secondo momento sarebbe diventato un agente “superiore”….. Ora mancherebbe solo che la molto indipendente stampa di settore nostrana gli avviasse – pur da vivo – il processo di beatificazione, così che poi tutti gli adepti potrebbero venerare, “finalmente”, San Mino da Nocera, protettore degli spocchiosi….

    Solo che – parafrasando De Gregori – sarebbe da questi particolari investimenti all’estero dei nostri sedicenti imprenditori pallonari che si giudica un
    procuratore? O risulta piuttosto essere solo il mesto tributo ad una insopportabile mania di grandezza di qualcuno, meglio, di megalomania? Peggio ci sarebbe, forse, solo una pubblicità ….regresso!

  • Gian61

    Se Thohir si fosse messo a far affari con lui questa dichiarazione, ovviamente, non sarebbe stata rilasciata ma per sua sfortuna ha trovato una persona che l’ha tenuto alla larga. In precedenza i suoi “affari” li ha avuti ben remunerati, ora non si lamenti se con la Milano Nerazzurra non farà più affari, per i suoi intrallazzi c’è sempre la Torino bianconera oltre che la seconda metà milanese ! Per quanto riguarda la sconfitta di ieri, vista l’agenda degli allenamenti, proporrei a FdB di iniziare per almeno due settimane con doppie sedute di allenamento in quanto non è possibile che tutti i nostri avversari in campo vadano al doppio della velocità. In ultimo porte aperte alla Pinetina : per favore date l’Inter agli Interisti !!!

  • Anselmo

    Beh detto da chi in Italia viene solo per intrallazzare e noi gli lecchiamo il xxxx come se fosse il Nobel per la fisica… tipico italianismo che esalta chi ce la pianta in xxxx a discapito di chi opera nel modo corretto (esempio del Ferrotranviere docet)
    Sulla partita di ieri di calcio amatoriale invece che mi dite? Ancora convinti che abbiamo una buona squadra oppure che invece abbiamo 13 giocatori medio/buoni e 10 pippe .. e che se giochi con 8 pippe perdi anche dalla Pro Patria…. ieri sera ho visto cose che erano anni che non vedevo a certi livelli… il secondo goal è una cosa pazzesca…. oratorio puro

    • andrea1952

      Anselmo cosa scrissi alla fine dello scorso campionato quando l’Inter era in procinto di qualificarsi per l’EL? Dissi che era meglio non parteciparvi per poter evitare brutte figure internazionali oltre agli inconvenienti di gare al giovedì e trasferte chilometriche. Tutto si è avverato, soprattutto le brutte figure, Ci vuol poco a capire che i nostri non sono neppure al livello del campionato, figuriamoci per le contese europee. Tu dicesti che era da pazzi remare contro alla partecipazione dei nerazzurri all’EL, potevi aver ragione se l’Inter era una squadra di calcio composta da professionisti e non da bambocci viziati che credono, e lo credono solo loro, di essere dei campioni. Purtroppo non ho visto la partita, ma ho visto i goal e mi è bastato, EL? Ma vadano ad un torneo di calciobalilla sperando d’incontrare ragazzini delle elementari