Aspiranti tripletisti a lezione di calcio

admin 19 settembre 2016 16 3.249 views
Aspiranti tripletisti a lezione di calcio

E’ stata una serata magnifica, diciamocelo.
Prima dell’inizio, la speranza di batterli si frantumava, nella testa di molti, contro la paura di andare incontro ad una Caporetto calcistica.
Poi, però, con il passare dei minuti, una cosa pareva emergere: li dominavamo, li andavamo a prendere altissimi, li pressavamo come degli assatanati. Non sembravamo noi e loro non sembravano loro.
Del resto, benchè un po’ decadente, il fascino di una Accademia del Calcio come San Siro – per l’occasione vestito a festa – rimane sempre, comunque, intatto. E dietro la cattedra, i docenti c’erano tutti. Di quelli che incutono timore e rispetto.
C’erano Zanetti, Milito, Samuel, Chivu e Materazzi, vale a dire tripletisti veri, non con le chiacchiere. C’erano i cinesi al completo. C’era la dirigenza tutta.
Il quadro era perfetto, punto. E l’esame piuttosto complesso.
Al culmine della tensione, poi, ti accorgi che pure in campo i docenti non mancavano.
C’era ad esempio, il professor Banega che ha il calcio nella testa prima che nelle gambe e che ha dato lezioni a tutti. Pjanic, Khedira, Asamoah hanno preso le lezioncine tattiche e tecniche e sono stati rimandati.
Del resto, al netto di quelli in tribuna – come dicevo prima – di tripletisti veri, in campo, c’era solo il professor Ever che ha fatto tripletta di Europa League, per dirne una, e non di ottavi di finale di Champions, per dirne un’altra.
Bene, il Professor Ever non si è tirato indietro e ha fornito una prestazione sontuosa. Una cosa che non si vedeva da tempo da questa parti.
Non ho memoria di una partita in cui si sia dominata la Juventus dall’inizio alla fine in questo modo, a centrocampo, nel palleggio e nella tenuta mentale.
Certo, Banega non era solo. Il troppo pagato Joao Mario gli ha dato una grossa mano. Strappi di 30-35 metri impressionanti, gestione della palla da veterano e quegli altri in mezzo a correre. Perché Joao Mario, a ben vedere, è campione d’Europa, non campione di calci di punizione dal limite, come il buon Miralem.
Bocciati pure Bonucci, Chiellini e Barzagli. Ma loro, per una volta, sono giustificati. Effettivamente, il Mauro Icardi di ieri era un’ira di dio. Una specie di toro scatenato mai visto prima. Non mi interessa il gol e nemmeno l’assist. Mi interessa, di più, la corsa a sportellate contro Bonucci alla fine della quale lo stesso Bonucci, stravolto, cade gambe all’aria, come un pugile suonato. Mi interessa il palo del primo tempo dopo avere mandato al tappeto Chiellini. Che c’aveva ieri Icardi, nessuno lo sa. Impressionante, ingestibile. Incontenibile.
Come la gioia di noi tifosi, di tutti i calciatori e – consentitemelo – dello zio Frankie, sputtanato dai giornali italiani come fosse l’ultimo idiota. Una gogna mediatica vergognosa ed intellettualmente disonesta della quale naturalmente loro non renderanno conto a nessuno, se non alla loro coscienza professionale alla quale non possono mentire e le cui briciole sprecheranno al prossimo passo falso dell’Inter, atteso con la bava alla bocca come un Triplete che sognano e che gli auguro di non vincere mai.
Dovranno accontentarsi delle eventuali sconfitte dell’Inter, quando verranno. Ma sempre da bocciati senza scuse. E con gli occhi neri neri per quante ne hanno prese.
#amala
Giancarlo De Cata

  • disqus_HED

    l ‘INTER ha giocato in modo superbo e Frank De Boer mi ha sorpreso come i nostri giocatori, a mio modesto parere penso che Santon e D’Ambrosio nonostante abbiano fatto il massimo delle loro possibilità sono , purtroppo,tecnicamente una buona spanna al di sotto del resto della squadra vista in campo ( per Santon c’è la scusante del problema al ginocchio ,forse è per questo che non può dare di più)
    Però calma … il campionato è una maratona ,quindi prima di ferirsi con false illusioni aspettiamo ancora un paio di partite a questo livello , non parlo solo di vittorie ma anche di bel gioco.
    INTERFOREVER
    AMALA

  • Fabio Inter2010

    Nell’ ultimo mio post scritto dicevo che contro la giuve dovevamo mettere in campo la grinta la determinazione e soprattutto il cuore….i ragazzi hanno recepito tutto alla perfezione e la serata e stata praticamente fantastica! Giancarlo (ti do del tu) e praticamente perfetto il tuo editoriale e mi trova d’ accordo su tutto quello che hai scritto…ieri Joao Mario e Banega semplicemente perfetti con l’ argentino ha disegnare calcio e il portoghese a fare praticamente il suo guardiaspalle, Medel ha datto tutto ed e uscito stremato, Miranda e Murillo perfetti un po’ meno Santon e D’ ambrosio pero’ loro l’ impegno ce lo mettono sempre, e che dire di Icardi? Semplicimente mostruoso immarcabile veramente indemoniato e la cosa piu’ bella insieme al gol e l’ assist che ha fatto per Perisic e stata anche come ha fatto sentire il fisico calcisticamente parlando a Chiellini e Bonucci…..Una serata perfetta in tutti i sensi ma adesso si deve continuare su questa strada altrimenti siamo punto e a capo! Sono contento anche per De Boer , attaccato in maniera vergognosa e anche offensiva in queste settimane dai soliti prostituti intellettuali e pseudo giornalisti, certo lo zio Frankie non sara’ Mourinho, Guardiola o Ancelotti ma di sicuro non e un pirla! (copyright del grande Jose’). Emozionante vedere i ragazzi del triplete ( anche qui ce il copyright, in Italia lo abbiamo solo noi) e come sempre eccezzionale la coreografia e il sostegno dei ragazzi della mitica curva nord con lo striscione bellissimo dedicato al grande principe Diego Milito…..a proposito pure io sto ancora esultando!!! Amala!

    P.S. Questo blog e frequentato anche da un tifoso della giuve, che spesso scrive e prende pure in giro ( ma sinceramete sono solo pirlate quello che scrive, sempre per dirla alla Jose’) per quanto mi riguarda io lo boicottato in modo simpatico, ecco aspettiamo dopo la partita di ieri le sue riflessioni e considerazioni…. ma forse fara’ come i miei amici tifosi della giuve che oggi praticamente sono tutti spariti e hanno pure il cellulare spento…. Ri-Amala!

  • andrea1952

    Beh, De Cata, godiamoci questa vittoria insperata, mi piacerebbe saper quanto davano gli allibratori la vittoria dell’Inter. Ricordiamoci però che con la rube i nerazzurri hanno sempre fatto una partita a se. Vedo più dura quella con l’Empoli, dopo l’ubriacatura di ieri, speriamo che i ns. non si adagino sugli allori. Intanto chi era uno dei migliori dei nostri lo hanno capito pure gli arbitri dando il rosso a Banega per un secondo fallo discutibile se da ammonizione. Il goal rubentino, mi è sembrato di vedere la copia di quello dell’Hapoel. (guarda De Cata, io sono come quel personaggio che i romani mettevano a fianco dell’imperatore nei cortei di trionfo a ricordargli di stare coi piedi per terra) Se però mettessero metà impegno di quello di ieri sera ci sarebbe da ben sperare

  • andrea1952

    nonostante sia sotto colica renale ( non augurerei il dolore che provo nemmeno ad un rubentino) Vidi per cercare di distrarmi la DS, musi lunghi, parlarono di tutto, delle olimpiadi a Roma, della partita Fiorentina Roma, delle para olimpiadi anche delle previsioni del tempo, poi quando dovettero parlare della vittoria dell’Inter lo hanno fatto proprio per dovere di cronaca, cercando di mettere in luce i difetti Inter e della partita svogliata della rube, collegandosi con il guru Sconcerti che non è mai stato favorevole all’Inter, anzi. Poi ho cambiato canale per non aggravare la mia colica

    • disqus_HED

      Colica renale?mi dispiace sinceramente ..ti faccio ,anche se in ritardo,tutti i miei più sinceri auguri che non ti capiti più
      ciao

      • andrea1952

        Grazie, chi non le ha avute non può capire quanto siano dolorose, quasi come vedere l’Inter contro l’Hapoel, scherzo, non le augurerei nemmeno ad un iuventino

        • Vox

          Io le ho avute per una settimana a maggio.
          2 iniezioni di Voltaren al giorno servivano solo a lenire un po’.
          Poi l’ospite sgradito se n’è andato…

  • andrea1952

    dopo la sconfitta rube i media si attaccano al c…No! Sbagliato, si attaccano a Brosovic, alle sue bizze, alla sua figura barbina con l’Hapoel, sulla “punizione” inflittagli dall’Inter. Tutto torna. Brosovic od il suo procuratore avevano ricevuto telefonate dalla rube perché andasse con i bianconeri, l’Inter gli ha negato questa possibilità nel mercato estivo appena concluso ed allora è stato cannavarizzato dalla rube ed ora come Cannavaro, che si dette malato dopo la telefonata d’istruzioni di Moggi, ora è il turno di Brosovic, nel tentativo di svalutarlo, anzi auto svalutarsi all’Inter ed la prossima finestra di mercato prenderlo con due euro, ma con un sostanzioso ingaggio per lui e procuratore annesso. Pagherei per poter ascoltare le telefonate intercorse con il suo procuratore ed il giocatore o con questi ed altri DS di un’altra squadra

    • luis, carini villagrazia

      è sempre stato il gioco sporco della rube…. la società INTER credo che dopo la tentata vendita di Guarin alla rube, non farà più affari con la rube a meno che non siano come l’ultimo di hernanes…..

      • andrea1952

        speriamo, c’hanno pure tentato con Icardi, almeno stando alla stampa, con offerta di 50 milioni, mentre per Pogba, pari età e solo centrocampista ne chiedeva 120, e guarda caso al momento Pogba si sta dimostrando un flop a Manchester, (Murinho si è ripetuto come fece con l’inter volendo Quaresma) anche se questo non viene evidenziato dai leccamendia

  • Vox

    Analisi perfetta.

    Comunque, dopo una domenica sera da sballo e un lunedì da leoni come non se ne vivevano da tempo, con i gobbi scomparsi dai radar, sarebbe bene rientrare nei ranghi e volare bassi ché la partita di domani è il solito trappolone stile Chievo, Palermo, Hapoel ecc.

    Confido in De Boer che mi convince sempre di più e ispira simpatia e rispetto.
    Domenica si son viste tante belle cose: pressing, squadra corta, applicazione e grinta, al di là dei moduli e di alcune individualità finalmente da Inter (Icardi Banega JM su tutti).
    Si vede la mano di Frankie anche nel fatto che l’azione non è mai partita da Medel (che ha fatto quello che sa meglio: difendere) ma quasi sempre da JM e Banega.
    I dioscuri della regia.
    Banega è insostituibile e quindi FDB dovrà inventarsi qualcosa.

    Milito:”Brozo, non sai che ti perdi…”
    E daje torto…soprattutto dopo le dichiarazioni d’intenti di Mr Zhang alla cena aziendale!

    Se poi vogliamo proprio parlare di una difesa che minaccia le coronarie del tifoso, due paroline le spenderei pure per Handa.
    Anche domenica ha battezzato fuori 2 palloni velenosissimi finiti di un niente a lato.
    Lì ti devi buttare a prescindere.
    È il portiere più contraddittorio che abbiamo mai avuto.

    Capace di parate e cazzate da urlo.

    Forza Inter sempre!

  • ORP1964

    Mi permetto di ripostare – perché precedentemente “fuori contesto” – un commento associato ad un altro editoriale.

    LIBERA LIBIDINE IN LIBERO STADIO….
    E’ risaputo che i tifosi e gli appassionati di calcio – chi più, chi meno – siano
    umorali per definizione, anche a prescindere dalle rispettive carte d’identità.
    Ed al sottoscritto – dopo aver (in un precedente post) addirittura prefigurato un’eventuale “dipartita hollywoodiana” per lo “zio Frankie”, ma soprattutto alla luce di un’Inter-J**e mai così da sballo come domenica sera – toccherà ora, quindi, fare atto di contrizione e piegarsi (piacevolmente) all’evidenza dei fatti nerazzurri. Ebbene, dall’altra sera è ufficiale, visto che il tecnico olandese s’è finalmente deciso a gettare la maschera o, meglio, a scoprire le sue mani: FdB non sarà più solo il monogramma di Frank de Boer, ma anche e soprattutto la matrice nerazzurra di “Figlio di Buonadonna”. Perché solo un allenatore con in dote queste esclusive “stimmate anagrafiche” (Padre Pio – che di nerazzurro herreriano “ne masticò” più di 50 anni fa – dalla sua “teca tecnologica”, spero, mi perdonerà…..) avrebbe saputo rifarci finalmente godere per un successo casalingo contro quei loschi figuri (ché, a violare il loro Stadium – nonostante tutto e tutti – ci avevano già pensato Stramaccioni & friends giusto 4 anni fa). Era dai tempi del comandante Mou – a parte quell’amaro epilogo ai rigori nella semifinale di ritorno della scorsa Coppa Italia – che i nerazzurri non li rispedivano a Torino con le pive nel sacco, come si usava dire una volta. Correva l’anno aureo 2010: non so se mi spiego! E se le pive hanno poi assunto le sembianze di ben 2 corna (sul) muso – da cui il predetto strumento musicale…. – ora non si può che dare pieno sfogo a tutta l’eccitazione e l’entusiasmo possibili. Ma sì: ‘LIBERA LIBIDINE IN LIBERO STADIO’ e chissenefrega se i fantomatici eredi dello statista torinese Cavour non potranno mai approvare la parafrasi calcistica di quel suo motto (“Libera chiesa in libero stato”), né tanto meno riuscire a concepire i confini dello scibile (e della fantasia…..) nerazzurri. Con buona pace persino degli anticlericalisti più convinti: tanto si sa già che per la maggior parte dei calciofili nerazzurri l’Inter rimarrà sempre un “oggetto” di culto.

    Allora tutti pronti a spuntare sul calendario la prossima funzione religiosa
    che verrà celebrata fra soli 3 giorni in quel di Empoli: però, “si prega” vivamente De Boer ed i suoi adepti di non discostarsi troppo dalla convincente omelia appena impartita a quei “senza Dio” piemontesi.

  • Fabio Inter2010

    Oggi il corriere dello sport in prima pagina ha fatto questo titolo:” In difesa di Allegri “, ieri invece il suo gemello ( stesso editore) tuttoporc accusava il mister della giuve come responsabile della sconfitta…..Sempre il corriere dello sport invece dopo la prima partita di De Boer persa dall’ Inter contro il Chievo scrisse: ” Inter al buio, disastro De Boer”….la seconda partita dell’ Inter pareggiata in casa con il Palermo sempre il corriere usci con il titolo: ” Frank di burro”….. la terza partita l’ Inter vince con il Pescara e questa volta almeno De Boer non viene nominato…..arriviamo alla partita contro gli israeliani dove l’ Inter fa’ una pessima figura e il titolo del corriere dello sport (per non parlare di quella della gazzetta) e : ” Inter , una Korea” De Boer umiliato…. Ecco, allora io mi domando, ad Allegri il corriere dello sport lo difende ed addirittura dicono anche che il mister livornese ha bisogno di tempo per assemblare la squadra dopo i nuovi acquisti…. poi pero’ vedo che Allegri allena la giuve gia’ da due anni e questo che e iniziato e il terzo…..Invece il povero De Boer arrivato a dieci giorni dall’ inizio del campionato conoscendo da pochissimo i giocatori e non parlando neanche l’ italiano e stato letteralmente massacrato, deriso e preso anche in giro in maniera veramente vergognosa….. al povero zio Frankie non hanno concesso neanche almeno un mese di tempo questi signori giornalisti….io ho pensato mica forse saranno prostituti intellettuali?? Per non parlare prima della partita contro la giuve dove praticamente tutti gli addetti ai lavori davano l’ inter per sconfitta e il povero zio Frankie praticamente silurato ed esonerato e quindi pronto per ritornare in Olanda…. Per ritornare alla domanda di prima che mi sono fatto e cioe’ quella della prostituzione intellettuale di questi signori vado indietro di circa un mese con la mia memoria e mi ricordo un tweet di Sandro Piccinini noto telecronista di mediaset premium ( uno dei piu’ bravi secondo me, imparziale e dotato anche di onesta’ intellettuale) che dopo la partita dell’ Inter contro il Palermo scrisse: ” Leggo delle belle martellate contro De Boer, dura la vita in Italia per chi non ha amici nei giornali” …. ecco arrivata la risposta alla mia domanda, non avevo bisogno di conferme ma se lo ha detto Sandro Piccinini che lavora in questo ambiente non ci sono piu’ dubbi….. Ovviamente per lo zio Frankie nessun titolo in prima pagina dei tre quotidiani sportivi dopo la vittoria sui gobbi, ma non c’erano dubbi abbiamo capito perfettamente come funziona il giochino…..e faccio mia la frase di Giancarlo scritta in questo bellissimo editoriale: ” Vi dovrete accontetare delle eventuali sconfitte dell’ Inter, quando verranno, e aggiungo io per fare i vostri titoli da prostituti intellettuali ma sarete sempre bocciati e su questo non ce nessun dubbio! ” Amala!

    • andrea1952

      Dopo Hapoel mi sono pure io arrabbiato contro De Boer, per aver messo 8/11 nuovi in campo che non avevano mai giocato tutti assieme, poi era difficile non incazzarsi nel vedere giocare l’Inter in quella maniera. Ma più che con l’allenatore, me la sono presa con la società, che gli ha messo a disposizione la squadra due settimane prima del campionato. Ora alla luce degli ultimi risultati e soprattutto del gioco dell’Inter devo rivalutare alla grande Frank, anche se è troppo presto per dire che i nerazzurri hanno svoltato e che questo è il gioco di De Boer

  • luis, carini villagrazia

    gli altri sono sempre pronti a sputtanare l’Inter quando gioca male, questa volta per non dire che l’Inter HA DOMINATO, dicono che la loro squadra era una squadra MEDIOCRE, mentre prima della partita che hanno perso e basta, dicevano che dell’INTER ne facevano un boccone…. ah ah ah ah ah ah gli è andato di traverso ah ah ah ah ah

  • Anselmo

    Filippo???!!! Where are you?? Why you did disappear???
    Filippo torna… dai che ti aspettiamo con le tue belle storielle…..
    possibile che dopo solo 2 pere i gobbi spariscono per settimane..?