The dark side of the moon

admin 27 novembre 2017 2 1.123 views
The dark side of the moon

Il fatto di aver giocato di sabato e di avere oggi assistito allo spettacolino nazional-popolare dell’esonero di Montella, ha tolto un attimo i riflettori dai nostri.
La qual cosa non è necessariamente una brutta cosa.
Perché – vedete – secondo me stiamo camminando sull’orlo del burrone, ad occhi chiusi e tentando di acchiappare una mosca al volo.
Beninteso, quando sei in alto, devi fare il possibile per restarci, ma questa storia del primato in classifica nella ipotesi in cui si dovesse battere in casa il Chievo ed il Napoli non dovesse battere la Juventus è di una pericolosità inaudita.
La bellezza della riferita prospettiva, infatti, ha pure quella specie di dark side of the moon rappresentata dalla ipotesi in cui la Juventus dovesse pareggiare con il Napoli e poi battere la propria avversaria dopo la Santa Immacolata. La caduta nel burrone, insomma.
Un casino pazzesco. Notte fonda per come funziona dalla parti di Appiano Gentile.
The dark side of the moon non è una gufata, ma la realistica analisi di quello che potrebbe e non potrebbe essere. Con l’auspicio che, in ogni caso, si tratta di una bellissima Inter, che non dobbiamo o dovrete affossare in nessun caso.
Arriva un momento importante della stagione. Da vivere serenamente qualsiasi risultato dovesse giungere.
Che poi è quantomeno curioso che si parli della Partita, prima che si giochi la partita contro il Chievo. Ma la matematica impazza nella testa di molti. I punti, le posizioni, i risultati da gufare e quelli da spingere forte. Manco con le bollette da 10.000 euro le teste fumano come quando si avvicina la partita con quelli.
Ma sì, pensiamo al Chievo.
#Amala .

Giancarlo De Cata


  • andrea1952

    l’Inter deve giocare una partita dopo l’altra, come la più importante, che sia Chievo o Benevento o rube, fermo restando che con la rube troverà una squadra con i nervi a fior di pelle, perché se dovessero perdere ed il Napoli vincere i problemi per gli innominabili aumenterebbero esponenzialmente. Quindi importante si il Chievo, ma ancora di più la rube, perché se riuscissero a vincere i nerazzurri li metterebbero in crisi non solo di punti ma psicologicamente. Perché intendiamoci io ritengo la vecchia baldracca ancora fra le favorite per la vittoria dello scudetto

  • maigobbo

    bisogna assolutamente pensare solo al chievo! Guai a farci distrarre dalla sfida contro i n’dranghetisti! Un passo alla volta e via così: banale, ma essenziale