Tutto ruota intorno alla Juve. Spalletti scrive un hashtag e “copia” i bianconeri

admin 10 novembre 2017 6 2.057 views
Tutto ruota intorno alla Juve. Spalletti scrive un hashtag e “copia” i bianconeri

Quando ad Andrea Stramaccioni, all’epoca allenatore dell’Inter, fu chiesto se la Juventus fosse un modello da seguire, lui candidamente rispose: “Modello de che?”. Replica perfetta a una domanda tendenziosa che arrivò durante un’intervista, guarda caso, nella sede di Tuttosport. Episodio che evidentemente non è stato filtrato in quella redazione, vedendo cosa il sito della fanzine della Juventus (Tuttosport.com) ha avuto il coraggio di pubblicare. Leggete e fatevi un’idea, non servono altri commenti:

Dal campo ai social, l’Inter rinvigorita dalle cure di Luciano Spalletti torna a sfidare la Juventus. Una sfida che dal campo, dove i nerazzurri hanno conquistato 30 punti in 12 gare (uno in meno dei campioni d’Italia e due in meno rispetto al Napoli capolista), si sposta sui social. E se il motto bianconero “#FinoallaFine” è stato il tormentone della passata stagione culminata con la vittoria del sesto scudetto di fila e della Coppa Italia oltre che con la finale di Champions League persa a Cardiff contro il Real Madrid, Spalletti ha deciso di inventarne uno nuovo per caricare i suoi in vista delle prossime sfide contro AtalantaCagliari in trasferta e Chievo che precedono quella contro la Juventus del 9 dicembre all’Allianz Stadium. «Il triplice fischio – ha scritto su Instagram il tecnico toscano, reduce dal pari casalingo contro il Torino – ha indicato la fine della partita…e l’inizio di quella successiva. #SenzaTregua». Un messaggio pubblicato insieme ad una foto che ritrae l’allenatore mentre dirige un allenamento ad Appiano Gentile. La strada per raggiungere la Juventus, evidentemente, passa anche dalla comunicazione…


  • andrea1952

    ma io quando vado in bagno non mi soffermo a discutere con i resti della funzione corporea in fondo al water, perché lo fate voi? L’unica cosa da fare con ruttoporc è tirare lo sciacquone sperando che non si intasi lo scarico. Hanno fatto di peggio, ho letto su ruttoporc una intervista, indovinate con chi? Esatto con Moggi, avete vinto una bambolina, a commento di un presunto acquisto di un giocatore (ma il mercato chiudeva a settembre o è sempre aperto? Ah per la giuventus resta sempre aperto, è una eccezione, altrimenti potrebbero scatenare gli ‘ndranghetisti loro amici) senza ribadire che don Luciano è bandito dal calcio (meglio sarebbe fermarsi a definirlo bandito) quindi non dovrebbe praticare qualsiasi atto che ha a che vedere con questo sport. Infatti, per quello che so, è finito in Albania. Là sicuramente si trova la sua giusta sede, una Nazione governata dalla malavita e sostenuta dal commercio della droga e delle armi, lì si troverà certamente bene. Occhio però, là, non siamo in Italia e chi sgarra paga e non c’è più la casa reale a parargli il culo

  • andrea1952

    Geande Italia, poi ci meravigliamo se l’Inter e non solo, vanno a prendere giocatori esteri. Ventura dovrebbe dare immediatamente le dimissioni. Una squadra lenta prevedibile che non ha fatto un tiro in porta. Come mai il pubblico appena toccava la palla Bonucci in automatico partivano i fischi e pernacchie, lo conoscono pure al nord? All’attacco i ns. eroi non hanno fatto un tiro degno di tale nome. Verratti è bene resti a Parigi. Messo Eder che non si è visto, Messo Insigne peggio che andar di notte. In difesa stavolta c’era la BBC e si è perso su autorete. Le nostre Checche signorine hanno perso su tutti gli scontri atletici. Candreva si è impegnato, solo il rubentino di merda, il tardo Tardelli, è riuscito a vedere Candreva scarso, “crossava da centrocampo” ha detto, proprio vero quando uno è un rubentino è scarso anche come persona fuori dal campo. Candreva è quasi sempre andato sul fondo, solo con i cross alti ed gli svedesi alti 2 metri, i ns. nani, non solo di statura, non ci arrivavano mai. Immobile era proprio immobile. Ventura ha detto che non meritavano di perdere, ma, forse dalla panchina ha visto un’altra partita

  • andrea1952

    Grande Italia, in 180 minuti nemmeno un goal alla Svezia, non al Brasile. I ns. eroi non vanno a Mosca, meglio così se devono giocare così meglio a casa. I ns. gli Immobile, Faraone, Florenzi, Candreva, la BBC, Buffon(e), Bernardeschi e soci vari. I super pagati, i super campioni della italica pedata a casa. Poi si meravigliano se i club italiani vanno verso gli stranieri. Se in campo ci fossero stati i giornalisti zerbinati ai soliti club, per non dire al solito, avremmo vinto 10 a zero, purtroppo in campo non ci vanno le chiacchiere ma dei campioni o presunti tali. Siamo stati in calo da Conte compreso, in poi. Gli svedesi hanno giocato da squadra, non avranno campioni, non i Messi ma hanno atleti con piedi meno buoni ma meno fighette dei ns. Tutti con seghe mentali sugli schieramenti, tizio deve giocare 20 centimetri avanti quello gioca male perché ha i calzettoni troppo lunghi e facezie di questo genere. Poi ci meravigliamo che dopo 15 minuti hanno la lingua che tocca l’erba a differenza degli svedesi, tedeschi, inglesi ecc.. Che preparazione fanno? Molti sulle pedane delle discoteche e sui letti con la strafiga di turno. Il calcio è sacrificio, corsa, tenuta atletica e talento, se manca una di queste componenti non sei un campione

    • gio

      Ciao Andrea..Secondo me, la butto lì, è colpa dell’ INTER,( cosi facciamo contenti i monocigliati ) ) troppi stranieri sai com’è…. in Spagna ,in Inghilterra, in Francia e in Germania giocano solo gli indigeni..e dopo dicono a noi italiani di leggere di più i giornali .Ma da che buco saltano fuori certi opinionisti nostrani ?( vialli insegna)… lo so, lo so … ma non voglio essere volgare.Ti do pienamente ragione quando dici che i nostri sono delle fighettine, ma il nostro caro ct non ha fatto assolutamente niente per porvi rimedio ..tanto a comandare si sa chi c’era , dopo piangono ..ma andate a fare in …..quelle persone lì dovevano lasciare spazio ai giovani da un bel pezzo. Un ventura che non rappresenta un tubo di niente come poteva aver voce in capitolo con quei pezzi da 90 ,definiamoli così,lo sapeva tutta l’italia fuorchè quei lobotomizzati di juventini

      AMALA

      • andrea1952

        Ho ribadito il tuo concetto che trovo azzeccatissimo in merito all’articolo pubblicato oggi 17/11/17, non avevo letto il tuo post in cui esprimevi già tale concetto. Come! Il sig. Buffon, la BBC ed altri giocatori della rube hanno formato un clan che decideva le sorti in nazionale di quel o quell’altro giocatore. Hanno impedito il normale avvicendarsi dei giocatori, hanno fatto accettare dei giocatori scarsi, solo perché appartenevano alla rube od erano nel suo giro, tanto per farne salire la valutazione, ed ora vengano a fare le madonnine pentite? Sono loro i maggiori responsabili assieme a Venture dal naufragio degli azzurri. Assieme a bellicapelli Conte che è emigrato in GB dietro a lauti guadagni lasciando la Nazionale senza un soldo (avendoli presi lui con il suo contratto milionario) e costretto la FIGC a ripiegare su di un CT meno capace ma anche meno caro

  • andrea1952

    Leggete cosa scrive silla Fantagazzetta lo scribacchino lecchino con il buco spannato a commento dell’eliminazione degli azzurri. Secondo il giornalista tutto è iniziato da calciopoli, ne pubblico una parte, leggete quanto si può essere puttane: “Correva l’anno 2006, stagione primavera, scoppiava Calciopoli: no, non è un voler inseguire ancora cadaveri e fantasmi per lo più sotterrati, ma un voler sottolineare per l’ennesima volta quello che è successo nel tempo. Non voglio difendere Moggi, non voglio difendere Giraudo, non voglio difendere la Juventus, ma quando politici del calcio e giornalisti vari individuarono in quel trio il male del calcio dell’epoca, cullandosi sulla scomparsa di quel cancro pallonaro per sentire finalmente un nuovo vento soffiare sul calcio italiano di fatto si stava cominciando ad organizzare il funerale dello stesso. Nessuna capacità di programmazione, o semplicemente organizzazione, concorrenza appiattita sulla mancanza di un competitor di livello, e a cascata tutto il resto che ha portato sino all’arrivo di Tavecchio al vertice del Palazzo ed un c.t. come Ventura che, con tutto il rispetto per la sua comunque rispettabilissima carriera, quel ruolo non lo meritava neanche per gentile concessione. Un esempio su tutti per non andare troppo indietro nel tempo a ripetere cose già dette più o meno recentemente: giocarsi la qualificazione al Mondiale con due calciatori che – mettendo da parte il loro valore assoluto – avevano complessivamente raccolto 29 minuti di gare Azzurre da tre punti spiega bene qual è il grado di confusione che ha travolto il progetto del c.t. ancora in carica negli ultimi mesi.” cioè per Fabio Giambò, autore dell’articolo un perfetto scribacchino sconosciuto quando si aggiustavano i risultati delle gare a favore della rube, quando dominavano il calcio una associazione a delinquere, quando si dopavano i giocatori, quando non si facevano le analisi anti doping al laboratorio dell’Acqua Acetosa, per lui era un paradiso. Il buco spannato si dovrebbe vergognare di esistere in Toscana a simili individui gli diciamo: “datti foho”
    Allego link dell’articolo https://www.fantagazzetta.com/blogs/14_11_2017/fallimento-italia-da-calciopoli-a-san-siro-la-realizzazione-di-un-disastro-annunciato-281018