Weekend intenso: squadre che non si scansano, giornali che insabbiano, allenatori che si lamentano

admin 19 marzo 2018 7 2.017 views
Weekend intenso: squadre che non si scansano, giornali che insabbiano, allenatori che si lamentano

Weekend intenso e finalmente piacevole per l’Inter, quello appena trascorso. E come sempre qualcosa da segnalare lo ha lasciato. Al di là del rotondo 5-0 rifilato alla Sampdoria dai nerazzurri, è giusto sottolineare come in altre partite si siano sviluppate situazioni alquanto fastidiose. Si parte sabato dallo 0-0 della Juventus a Ferrara contro un’ottima Spal, che ha avuto solo la colpa, per il popolo bue filojuventino, di aver dato il massimo. Evidentemente quando trovi di fronte qualcuno che non si scansa fatichi a entrare in partita. A proposito di scansarsi, poche ore prima il Sassuolo, a forte rischio retrocessione, vince a Udine 2-1 grazie a un’autorete. Tre punti d’oro per una società considerata amica della Juventus (basta evidenziare i rapporti di amicizia tra Carnevali e Marotta, o il fatto che la figlia del primo lavori proprio nel club bianconero), che li ottiene contro un’altra società da anni considerata vicina ai bianconeri torinesi. Solo un caso, ci mancherebbe, resta però quel sapore amaro in bocca di passato, quando squadre nella rete di Moggi si scambiavano favori per evitare retrocessioni o raggiungere i propri obiettivi.

Tornando allo 0-0 di Ferrara, fa ridere il modo in cui Tuttosport ne ha parlato. Leggendo la prima pagina, sembrava che in campo neanche fosse scesa la Juve. Un boxino in alto, con la foto gigante dedicata a Nibali, vincitore della Milano-Sanremo. Giusta scelta, non fosse che abitualmente in prima pagina c’è sempre una dedica evidente ai bianconeri, a meno che non incappino in un triste e autolesionista pareggio contro un squadra che lotta per non retrocedere. Ah, per la cronaca: tempo fa Nibali vinse anche il Tour de France, ma la gigantografia nella prima pagina di Tuttosport era di Vidal per un banale motivo. Scelte editoriali da prima elementare, da auto-presa per i fondelli. Per chiudere il cerchio, nel titolo secondo il quotidiano di partito “La Juve prende fiato”. E viene in mente cosa avrebbero titolato se questo pareggio striminzito lo avesse portato a casa un’altra squadra, come Napoli, Inter o Milan. Forse ogni tanto a prendere fiato dovrebbe essere chi scrive certe cose, perché dopo una continua la fellatio mediatica è necessario respirare.

Ultimo pensiero dedicato al simpatico Simone Inzaghi. Mesi a lamentarsi del Var, a dire che non lo vorrebbe perché toglie emozioni (tranne quando gira a suo favore), poi il silenzio fatalista quando di un danno contro la Lazio beneficia la Juventus nello scontro diretto. Ieri sera all’Olimpico contro il Bologna la sua squadra non è andata oltre l’1-1, stavolta senza episodi cui aggrapparsi. Eppure la scena più bella arriva allo scadere, quando Inzaghi si lamenta con l’arbitro per i soli 3 minuti di recupero (accettabili, tra l’altro). Le telecamere fanno il loro dovere e pizzicano Donadoni, allenatore del Bologna, che gli urla “Ti lamenti sempre!”. Quando il vaso è pieno se ne accorgono tutti…

  • andrea1952

    Forse lo scrivente non ha ascoltato la DS dove alle 00.30 hanno fatto un servizio su Icardi, che dopo un breve excursus sul giocatore, hanno rimarcato più volte che erano 8 gare che il rosarino non segnava, solo Sconcerti ha puntualizzato che si, erano 8 gare ma che 6 di esse non aveva giocato perché infortunato, al che i presenti negli studi della RAJ sono caduti dal pero, completamente spiazzati ed un po’ infastiditi dal non aver potuto compiere per intero la loro opera di prostitute al soldo della rube. Viviamo in uno Stato mafioso, nell’economia sono egemoni le varie mafie, camorra, ‘ndrangheta, sacra corona unita e cosa nostra, nello sport è egemone la cupola zebrata di Torino, associata all’ndrangheta per quello che riguarda la gestione delle infrastrutture. Tutte le altre squadre, escluse valorose eccezioni, si comportano come i cittadini difronte alle mafie, sono omertosi, ed allora non si fanno dichiarazioni che possano mettere in cattiva luce una gara della rube, quando addirittura non si schierano in campo le riserve quando s’incontra la baldracca

    • Roby2001

      Ancora a seguire giornali e tv? Tempo perso

      • andrea1952

        forse, ma con una differenza, non si potranno cambiare gli eventi, ma almeno si cerca di essere consapevoli del male che affligge il calcio e si cerca di denunciare il malaffare ed i media che lo sostengono e nello stesso tempo non siamo complici della loro delinquenza

  • maigobbo

    inzaghi, statene pur certi, sarà il futuro allenatore dei n’dranghetisti: ne ha tutte le caratteristiche così come tre cascatori come nedved, cuadrado e dybala hanno le stimmate per essere bandiere di quella immonda squadra che col suo fetore ammorba il calcio italiano. Tuttosport non lo commento neanche perchè…perchè…ma che ve lo devo pure spegare il perchè?
    comunque lo scudetto lo vinceranno “loro” perchè solo nei film il cattivo perde: nella realtà putroppo accade il contrario e secondo me la spal retrocederà così gli altri impareranno che a non scansarsi si rischiano ritorsioni da parte dell'”onorata famiglia”

  • andrea1952

    L’Inter ha vinto con la Samp, bene, ma a ben vedere la Samp doveva giocare parte del secondo tempo in 10 per gomitata su Icardi a palla lontana. Anzi doppia gomitata che tutti hanno visto e che l’arbitro ha lasciato correre. Niente di grave, l’Inter stava già stravincendo, ma se così non era, il comportamento arbitrale sarebbe stato lo stesso? Chissà. Inzaghi può lamentarsi dell’atteggiamento arbitrale, ma lo deve fare sempre ad ogni torto arbitrale o presunto tale. Tutti hanno visto il goal di rotolone Dybala all’ultimo minuto contro la Lazio, aggrappato ai pantaloncini del difensore biancoceleste, invece nemmeno un accenno da parte di Inzaghi. Paura, servilismo od opportunità futura per lui?

  • Fabio Inter2010

    Udinese – Sassuolo 1-2 ….eccolo la il risultato perfetto delle squadre “sorelle-satellite” della vecchia baldracca! Per carita’ e solo un caso ovviamente….per quanto riguarda ruttosporc vabbe’ dai ma di cosa stiamo parlando??? Semplicemente “prostituzione” al servizio della rubentus!! Vuoi vedere che la Spal per non essersi “scansata” contro la vecchia baldracca e aver fatto semplicemente il suo dovere e cioe’ quello di giocarsi la partita seriamente, alla fine del campionato magari retrocedera’ proprio al posto del Sassuolo??? Scommetto anche che in queste ultime 9 giornate del campionato al Sassuolo daranno un bel numero di rigori a favore…che ovviamente saranno decisivi nella corsa alla salvezza!!

    • ORP1964

      Concordo su tutto. Quanto alla futura propensione rigoristica a favore del Sassuolo da parte della cosiddetta classe arbitrale, pare che quest’ultima si sia portata avanti col lavoro: già oggi, infatti, la squadra di Squinzi primeggia nella speciale classifica di A con 9 massime punizioni fruite. All’incontrario, gli “amici” della Spal sono in testa a quella dei rigori subiti con 9, al pari, peraltro, di Samp e Cagliari.